Piazza Affari in rosso. Atlantia sotto pressione su rischio revoca concessione. FTSE MIB -0,4%.

Il FTSE MIB segna -0,4%, il FTSE Italia All-Share -0,3%, il FTSE Italia Mid Cap +0,4%, il FTSE Italia STAR +0,1%.

BTP e spread stabili. Il rendimento del decennale segna 1,21% (chiusura precedente a 1,20%), lo spread sul Bund 165 bp (da 164) (dati MTS). Oggi quarto giorno del collocamento del BTP Futura, con domanda in ulteriore rallentamento: al momento richieste si attestano a 378 milioni di euro. Ieri (terzo giorno) richieste a 1,16 miliardi. Alla fine del primo giorno erano state di quasi 2,4 miliardi, nel secondo di quasi 1,7 miliardi.

Mercati azionari europei positivi: EURO STOXX 50 +0,7%, FTSE 100 -0,5%, DAX +1,4%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 +0,1%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono in verde: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,7%, Dow Jones Industrial -0,0%.

Atlantia -4,6% riduce le perdite ma resta in grande difficoltà dopo che la Corte Costituzionale ha dichiarato non illegittima la decisione di estromettere la controllata Autostrade per l'Italia dalla ricostruzione del Ponte Morandi e di farle pagare i lavori. La decisione della Consulta mette in un angolo le forze politiche di governo che si oppongono alla revoca della concessione: il premier Conte ha dichiarato che "o arriva una proposta della controparte che è particolarmente vantaggiosa per lo Stato oppure procediamo alla revoca, pur consapevoli che comporta insidie giuridiche", "entro questo fine settimana". La decisione, data la sua importanza, potrebbe essere portata in Consiglio dei Ministri. Intanto secondo due fonti che seguono il dossier sentite da Reuters, Autostrade per l'Italia è stata convocata nel pomeriggio per un incontro con rappresentanti del governo in cui verranno trattate le condizioni di una eventuale modifica della concessione. Prima dell'incontro Atlantia riunirà il cda per decidere le prossime mosse.

DiaSorin, -3,9% a 172,20 euro, perde terreno nonostante la notizia della scelta del test LIAISON® SARS-CoV-2 S1/S2 IgG da parte dalla NHS England, il Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito, per supportare uno screening su scala nazionale con lo scopo di tracciare l'impatto e la diffusione del virus nella popolazione inglese. Equita conferma la raccomandazione hold e il target a 143 euro sul titolo.

Exprivia -3,6% in rosso dopo che la società ha deciso di interrompere l'attività esplorativa relativa a proprie ipotesi di intervento nella propria controllata Italtel. Quest'ultima in maggio ha depositato domanda di concordato "in bianco" ai sensi e per gli effetti dell'art. 161, sesto comma, L.F..

STM +1,4% a 24,18 euro. Equita conferma la raccomandazione hold e incrementa il target a 26 euro. Aumentato del 4% anche la stima sull'utile per azione 2020. STM pubblicherà i risultati del secondo trimestre il prossimo 23 luglio.

Cerved +3,6% tocca i massimi da circa un mese grazie a quanto riferito da MF-Milano Finanza: il gruppo ha ripreso il lavoro di ricerca di un soggetto interessato alla propria divisione NPL. A metà febbraio era stata avviata una trattativa in esclusiva con Intrum, poi interrotta "alla luce del particolare periodo di congiuntura economico-finanziaria riconducibile all'emergenza epidemiologica da COVID-19". Un nuovo processo di valorizzazione potrebbe partire dopo la presentazione dei risultati del primo semestre in programma il 30 luglio.

d'Amico International Shipping, +5,2% a 0,1018 euro, guadagna ulteriore terreno e sale sui livelli massimi da oltre un mese. Il titolo approfitta ancora dell'annuncio della vendita delle navi MT High Progress e della MT High Performance per un importo pari a 12,95 milioni di dollari a nave. L'accordo consente alla controllata d'Amico Tankers di generare alla consegna delle due navi (stimata tra il terzo e il quarto trimestre del 2020) circa 16,3 milioni di dollari di cassa totale, al netto delle commissioni e del rimborso del debito bancario esistente. Si tratta di due delle navi più vecchie della flotta (costruite nel 2005): l'età media delle navi di proprietà e a noleggio a scafo nudo della flotta è pari a 6,8 anni. Ieri Kepler Cheuvreux ha confermato la raccomandazione buy sul titolo con target ridotto da 0,15 a 0,14 euro.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: negli USA alle 16:00 scorte all'ingrosso.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)