Piazza Affari in rosso, scenario macro in peggioramento. FTSE MIB -0,46%.

Mercati azionari europei negativi. Wall Street in flessione: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,5%, NASDAQ Composite -0,3%, Dow Jones Industrial -0,7%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,46%, il FTSE Italia All-Share a -0,52%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,93%, il FTSE Italia STAR a -0,34%.

BTP in deciso progresso, scende lo spread. Il decennale rende il 2,58% (-6 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 258 bp (-5 bp) (dati MTS).

La crescita programmatica del PIL dell'Italia nel 2019 è stimata allo 0,2% con un rapporto debito/PIL al 132,7% (dal 132,2% del 2018 in termini tendenziali, ovvero senza le misure attualmente allo studio dell'esecutivo). Il deficit/PIL è atteso al 2,4% dal 2,04% indicato lo scorso dicembre. Negli anni successivi è però previsto un calo di entrambi gli indicatori. E' quanto emerge dall'ultima bozza del Documento di Economia e Finanza.

Il Fondo Monetario Internazionale ha tagliato le stime di crescita mondiale 2019 dal +3,5% previsto a gennaio a +3,3%. Invariato il +3,6% atteso per il 2020. L'eurozona passa a +1,3% da +1,6%, l'Italia a +0,1% da +0,6%. Gli USA a +2,3% da +2,5%. Migliorano lievemente le prospettive della Cina: +6,3% da +6,2%.

"L'organizzazione mondiale del commercio (WTO) ha rilevato che i sussidi dell'Unione Europea ad Airbus hanno avuto un impatto negativo sugli Stati uniti, che ora imporranno dazi da 11 miliardi di dollari sui prodotti europei! L'Unione Europea si è approfittata per molti anni degli Stati Uniti sul commercio. Finirà presto!", lo ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in un tweet di oggi, preannunciando un nuovo scontro sui dazi con Bruxelles.