Piazza Affari in verde con lusso e banche, male Telecom e Saipem: FTSE MIB +0,22%.

*Mercati azionari europei incerti. Wall Street debole: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,1%, Nasdaq Composite -0,6%, Dow Jones Industrial -0,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,22% (toccati i massimi dall'estate 2015), il FTSE Italia All-Share +0,32%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,02%, il FTSE Italia STAR +1,23%.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l'indice di fiducia dei consumatori (Conference Board) e' salito a 128,7 punti nel mese di aprile dai 127 punti del mese precedente. Il dato e' risultato superiore alle previsioni degli addetti ai lavori pari a 126 punti. Negli Stati Uniti le vendite di nuove abitazioni sono cresciute del 4% a marzo rispetto al mese precedente, attestandosi a 694 mila unita' (consensus 625 mila), in crescita rispetto alle 667 mila unità della rilevazione precedente (rivista da 618 mila unità). Le attese erano per un incremento mensile dell'1,9%. L'indice S&P/Case Shiller, che misura l'andamento dei prezzi delle abitazioni nelle 20 principali citta' americane, ha evidenziato nel mese di febbraio un incremento del 6,8% rispetto allo stesso periodo del 2017, risultando superiore al consensus e alla rilevazione precedente fissate rispettivamente su un indice del 6,3% e del 6,4%. In Germania e' stato reso noto che l'indice IFO sul clima di fiducia delle imprese tedesche relativo al mese di aprile si e' attestato a 102,1 punti, inferiore alle attese degli analisti (pari a 102,8 punti) e alla rilevazione precedente fissata su un indice pari a 103,3 punti (rivisto da 105,7). Secondo quanto riportato dall'Istat, in Italia ad aprile 2018 si stima che l'indice del clima di fiducia dei consumatori diminuisca passando da 117,5 a 117,1; anche per l'indice composito del clima di fiducia delle imprese si stima una flessione da 105,9 a 105,1.