Piazza Affari in verde con settore auto e banche. FTSE MIB +0,25%.

*Mercati azionari europei positivi. Wall Street contrastata: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,2%, Nasdaq Composite -0,2%, Dow Jones Industrial +0,7%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,25%, il FTSE Italia All-Share a +0,25%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,23%, il FTSE Italia STAR a +0,32%.

*Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA i nuovi cantieri residenziali *sono aumentati ad agosto passando a 1282 mila unita' da 1174 mila unita' (+9,2%). Il dato e' superiore alle attese degli analisti che si aspettavano un valore pari a 1235 mila unita'. In calo invece le Licenze edilizie a 1229 mila unita' da 1311 mila unita' (consensus 1310 mila unita') in flessione del 5,7%. L'EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che, nella settimana terminata lo scorso 15 settembre, le scorte di petrolio negli USA sono diminuite di 2,057 milioni di barili. Le stime degli analisti erano fissate su un decremento pari a 2,741 milioni di barili. Prezzi alla Produzione in crescita nel Regno Unito. Nel mese di agosto si è registrata una crescita dello 0,2% su base mensile per l'indice dei prezzi in uscita, a fronte di attese pari allo 0,2%, dopo una variazione nulla a luglio. Su base annua si evidenzia un incremento del 2,9% dal +3,1% precedente (attese +2,9%).

*Rendimenti e spread dei BTP in rialzo dopo le ultime nette flessioni. *Il decennale rende il 2,68%, +7 bp rispetto alla chiusura di ieri, dopo aver toccato il 2,59% a inizio mattinata. Lo spread sul Bund sale di 6 bp a 220 (da un minimo a 210). A far scattare le vendite sui titoli di stato sono state le dichiarazioni del vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico Luigi di Maio: nessuno scontro con il ministro dell'Economia Giovanni Tria sulle coperture della legge di bilancio, ma "non possiamo aspettare 2-3 anni per mantenere le promesse".