Piazza Affari in verde. Auto e Telecom positive, vendite su Atlantia e DiaSorin. FTSE MIB +0,6%.

Il FTSE MIB segna +0,6%, il FTSE Italia All-Share +0,6%, il FTSE Italia Mid Cap +1,0%, il FTSE Italia STAR +0,1%.

BTP e spread stabili. Il rendimento del decennale segna 1,02% (chiusura precedente a 1,03%), lo spread sul Bund 148 bp (da 148) (dati MTS).

Mercati azionari europei in rialzo: EURO STOXX 50 +1,2%, FTSE 100 +0,5%, DAX +1,0%, CAC 40 +1,6%, IBEX 35 +1,8%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici americani sono negativi: S&P 500 -0,4%, NASDAQ 100 -1,1%, Dow Jones Industrial -0,1%.

Settore auto in netto progresso: l'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna +2,7%. A Milano FCA +4,0%, Pirelli +2,9%, Brembo +4,3%, Sogefi +1,1%.

Sale Telecom Italia +3,4%: lunedì il cda ha dato il via libera al progetto di creazione della rete unica in fibra. Due i passaggi decisi dal board: il primo è la creazione di FiberCorp, dove confluiranno la rete secondaria di proprietà di Telecom (quella che va dagli armadi su strada alle utenze finali) e FlashFiber (la rete in fibra, joint-venture 80% Telecom e 20% Fastweb), con accettazione dell'offerta vincolante di 1,8 miliardi di euro da parte di KKR Infrastructure per il 37,5% di FiberCop. Il secondo è la firma di una lettera d'intenti con CDP Equity finalizzata alla realizzazione del più ampio progetto di rete unica nazionale (AccessCo) attraverso la fusione tra FiberCop e Open Fiber.

Molto bene le utility: l'indice EURO STOXX Utilities segna +1,2%. A2A +2,0%, Hera +1,7%, Enel +1,3%.

Mediaset +4,7% in netto rialzo grazie al traino offerto da Mediaset Espana, +8,6% a Madrid. La controllata ha chiuso il secondo trimestre con risultati in calo su base annua ma nettamente migliori delle attese. Il cda di Mediaset per l'approvazione dei dati al 30 giugno è in programma per martedì prossimo 8 settembre.

Atlantia -4,1% in fisiologica correzione dopo il +16,23% messo a segno ieri grazie alle indiscrezioni secondo cui, in vista del cda di oggi, si sta cercando di accelerare nella ricerca di una soluzione per il dossier Autostrade. Si ipotizza un piano in due tappe che prevedrebbe lo scorporo del 70% di Autostrade in una nuova società quotata che varerebbe un aumento di capitale da 6 miliardi per CDP e altri investitori: 4 miliardi verrebbero utilizzati da Autostrade per ridurre il debito e i restanti 2 per acquisire il rimanente 18% ancora in mano ad Atlantia (attualmente ha l'88%), con una valutazione di circa 11 miliardi circa. Questa soluzione non penalizzerebbe Allianz e Silk Road, che hanno il 12% e avevano espresso critiche (insieme a TCI, fondo azionista di Atlantia) nei confronti dell'ipotesi formulata dal governo a metà luglio (ingresso di CDP in Autostrade prima della quotazione, a prezzi non di mercato).

DiaSorin -2,9% in netta flessione dopo le ultime notizie sul vaccino anti-Covid. Circolano rumors secondo cui il Center for Disease Control and Prevention ha avvisato le autorità sanitarie dei 50 Stati USA di tenersi pronti a distribuire il vaccino agli operatori sanitari e alle categorie più a rischio tra fine di ottobre e inizio novembre. Intanto GlaxoSmithKline +0,3% e Sanofi +1,0% hanno annunciato di aver iniziato la sperimentazione clinica di fase 1 del loro candidato vaccino, con l'obiettivo di produrre fino a un miliardo di dosi nel 2021. DiaSorin è attiva nel settore dei test diagnostici: l'arrivo di un vaccino per il Covid causerebbe probabilmente un crollo della domanda per test e tamponi.

Avio +6,7% sui massimi da inizio luglio grazie al ritorno al volo del Vega (il vettore progettato, sviluppato e costruito da Avio), dopo il rinvio di marzo a causa della pandemia COVID-19 e quello di giugno causato da condizioni meteo avverse. Vega ha messo in orbita 7 microsatelliti pesanti tra i 15 e i 150 kg, insieme a 46 CubeSat più piccoli in un singolo volo grazie all'innovativo adattatore del carico utile SSMS (Small Spacecraft Mission Service). I satelliti hanno diverse applicazioni, incluse l'osservazione della Terra, le telecomunicazioni, la scienza, la tecnologia e l'istruzione.

Banca MPS +1,6% positiva ma ben al di sotto dei massimi visti in avvio dopo aver ricevuto dalla BCE la "final decision" del provvedimento autorizzativo in merito all'operazione di scissione di crediti deteriorati in favore di AMCO, a conferma della "draft decision" ricevuta dalla Banca lo scorso 27 agosto.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: negli USA alle 15:45 indice Markit PMI servizi, alle 16:00 indice ISM non manifatturiero. Alle 16:00 intervento Bailey (BoE).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)