Piazza Affari in verde, Azimut e Hera sotto i riflettori. Spread in ulteriore rialzo. FTSE MIB +0,31%.

*Il FTSE MIB segna +0,31%, il FTSE Italia All-Share +0,32%, il FTSE Italia Mid Cap +0,42%, il FTSE Italia STAR +0,40%.

BTP in rosso, sale lo spread.* Il rendimento del decennale segna 1,36% (chiusura precedente a 1,32%), lo spread sul Bund segna 171 bp (da 165) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,3%, FTSE 100 -0,2%, DAX +0,2%, CAC 40 +0,4%, IBEX 35 +0,5%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i principali indici USA in rialzo: S&P 500 +0,3%, Nasdaq Composite +0,5%, Dow Jones Industrial +0,4%.

*Larry Kudlow, *consigliere economico della Casa Bianca, ha dichiarato che i negoziati della cosiddetta fase 1 dell'accordo USA-Cina sul commercio sono vicini all'obiettivo, "ma ancora non è fatta".

Azimut Holding +2,8% guadagna ulteriore terreno e tocca i massimi da gennaio 2016. Ieri il gruppo del risparmio gestito ha avviato "una newco con sede a New York (USA) denominata Azimut Alternative Capital Partners LLC, "AACP", allo scopo di investire nell'azionariato di asset manager alternativi specializzati nei mercati privati, tra i quali private equity, private credit, infrastructure e real estate". Due giorni fa il gruppo del risparmio gestito ha presentato la nuova strategia ESG (environmental, social, governance), con 7 miliardi di investimento in questa classe di attività entro l'anno. Tra i punti principali, il lancio di una linea di fondi 100% ESG (con la creazione del marchio Azimut Sustainable), il lancio nel corso del primo trimestre 2020 di una linea di comparti full SRI (investiti al 100% in azioni ESG) e di prodotti tematici, l'investimento di 10 miliardi di euro in piccole e medie imprese attraverso Azimut Libera Impresa entro i prossimi 5 anni.