Piazza Affari in verde, bancari ancora in evidenza. FTSE MIB +0,2%.

Il FTSE MIB segna +0,2%, il FTSE Italia All-Share +0,2%, il FTSE Italia Mid Cap +0,1%, il FTSE Italia STAR -0,1%.

BTP in leggero peggioramento, spread stabile. Il rendimento del decennale segna 1,03% (chiusura precedente a 1,00%), lo spread sul Bund 148 bp (da 149) (dati MTS).

Mercati azionari europei in leggero rialzo: EURO STOXX 50 +0,1%, FTSE 100 +0,5%, DAX -0,2%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,4%.

Future sugli indici azionari americani positivi: S&P 500 +0,6%, NASDAQ 100 +0,7%, Dow Jones Industrial +0,8%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 -0,80%, NASDAQ Composite -1,69%, Dow Jones Industrial -0,38%.

Mercato azionario giapponese in verde, il Nikkei 225 ha terminato a +0,41%. Borse cinesi contrastate: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha chiuso a -0,73%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna +1,2% circa.

Proseguono gli acquisti sui titoli del settore bancario, anche se con ritmo ridotto rispetto alle due sedute precedenti. L'indice FTSE Italia Banche segna +0,5%. Resta in primo piano il tema del consolidamento del comparto dopo l'intervista rilasciata ieri al Sole 24 Ore dall'a.d. di Banco BPM +0,5% Giuseppe Castagna. L'operazione Intesa-UBI ha ha cambiato il contesto competitivo del mercato bancario in Italia, costringendo gli altri istituti a valutare operazioni straordinarie. Il manager ha aggiunto che, una volta superata l'emergenza Covid, BPM aggiornerà il piano industriale: l'obiettivo è "aumentare il valore di Banco BPM, se serve anche attraverso aggregazioni che vengano apprezzate dal mercato", ma al momento non c'è alcun piano in tal senso. Il manager ha affermato che nell'interesse dell'economia italiana sarebbero necessari due o tre grandi poli bancari. Secondo indiscrezioni recenti BPM è stata accostata a UniCredit +0,8% e a Banca MPS +2,1%. Resta poi da capire come potrà posizionarsi BPER Banca +2,8% in questo contesto.

Industriali e automobilistici in leggero calo dopo i progressi delle due sedute precedenti: Buzzi Unicem -0,5%, Interpump -0,6%, STM -0,7%, FCA -0,5%, Pirelli -0,6%.

Enel -0,3% debole in scia al -1,0% di E.On: l'utility tedesca ha rivisto al ribasso l'outlook 2020 a causa dell'impatto sul suo business dell'epidemia di coronavirus e nonostante risultati trimestrali in crescita. E.On ha abbassato da 1,7-1,9 a 1,5-1,7 miliardi di euro la stima di utile rettificato per l'intero esercizio.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: alle 11:00 produzione industriale eurozona e inflazione preliminare Italia. Negli USA alle 14:30 inflazione e alle 16:30 scorte settimanali petrolio (EIA).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)