Piazza Affari in verde, bene auto e utility. Balza MPS. FTSE MIB +0,33%.

Il FTSE MIB segna +0,33%, il FTSE Italia All-Share +0,31%, il FTSE Italia Mid Cap +0,13%, il FTSE Italia STAR -0,15%.

BTP positivi, spread in forte calo. Il rendimento del decennale segna 1,34% (chiusura precedente a 1,39%), lo spread sul Bund segna 151 bp (da 162) (dati MTS).

Mercati azionari europei intorno alla parità: Euro Stoxx 50 +0,0%, FTSE 100 -0,1%, DAX +0,2%, CAC 40 -0,0%, IBEX 35 +0,2%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i principali indici USA sono positivi: S&P 500 +0,2%, Nasdaq 100 +0,4%, Dow Jones Industrial +0,1%.

Ferrari +2,7% a 156,85 euro. Kepler Cheuvreux migliora la raccomandazione da hold a buy e incrementa il target da 150 a 175 euro. Il titolo ha toccato il nuovo massimo storico a 157,15 euro.

L'intero settore auto è in buona forma all'indomani della revisione al rialzo delle stime sui veicoli consegnati nel 2019 da parte di Volkswagen +2,5%. L'indice EURO STOXX Automobiles & Parts segna +1,0%. A Milano FCA +0,9%, Pirelli +0,5%, Piaggio +2,9%, Landi Renzo +5,0%.

Utility in progresso grazie alla flessione di rendimenti e spread. In evidenza Italgas +2,0% e Snam +1,0% in scia ai report positivi di BofA Merrill Lynch.

Nexi, -2,9% a 12,03 euro, in netto ribasso dopo che l'azionista di maggioranza Mercury UK Holdco ha annunciato la vendita di 48,5 milioni di azioni (pari al 7,7% del capitale) del gruppo che offre servizi e infrastrutture per il pagamento digitale attraverso accelerated bookbuilding. L'operazione è avvenuta a 11,60 euro per azione (la chiusura di ieri a 12,3840). La partecipazione di Mercury scende al 52,4%.