*STMicroelectronics +3,0% *prolunga il rimbalzo di venerdì (+3,41%). Il titolo è reduce dal -10% circa accumulato nelle due sedute di mercoledì e giovedì. Indicazioni positive dalla chiusura di venerdì dell'indice SOX (+1,58%), il riferimento dei titoli USA del settore semiconduttori, dalle buone indicazioni giunte dagli indici PMI della Cina e dalla ripresa dei negoziati USA-Cina a Washington a partire da dopodomani 3 aprile.

Buzzi Unicem, +2,5% a 18,69 euro, estende il rally messo a segno venerdì in scia alla decisione di Kepler Cheuvreux di confermare la raccomandazione buy sul titolo con target incrementato da 23,00 a 23,50 euro. Oggi Deutsche Bank ha alzato il target da 21,00 a 21,50. Giovedì il gruppo del cemento ha pubblicato i risultati dell'esercizio 2018. I ricavi sono saliti a 2.873,5 milioni di euro da 2.806,2 nel 2017 (+2,4%). Il margine operativo lordo si è attestato a 577,2 milioni, +13,6% a/a, ma al netto di ricavi non ricorrenti si registra una flessione a 568,5 milioni (-1,4%). Il risultato attribuibile agli azionisti della società è passato da 391,6 milioni nel 2017 a 382,1 milioni. Buone le prospettive per il 2019: il gruppo stima un margine operativo lordo ricorrente in progresso tra il 5 e l'8 per cento.

*Settore lusso in ascesa *grazie alle buone indicazioni giunte dagli indici PMI della Cina e dalla ripresa dei negoziati USA-Cina a Washington a partire da dopodomani 3 aprile. Acquisti su Salvatore Ferragamo +1,7%, Moncler +1,8%, Tod's +2,3%.

In un contesto positivo per gli industriali (indici PMI Cina e ripresa dei negoziati a Washington) spicca il ribasso di* Prysmian, -1,8% *a 16,5550 euro, penalizzata dalla decisione di Goldman Sachs di peggiorare la raccomandazione sul titolo da buy a neutral, con target ridotto da 21 a 17,50 euro.