Piazza Affari in verde. FCA accelera su conferma target 2019. FTSE MIB +0,34%.

*Il FTSE MIB segna +0,34%, il FTSE Italia All-Share +0,27%, il FTSE Italia Mid Cap -0,08%, il FTSE Italia STAR +0,00%.

BTP deboli.* Il decennale rende il 2,56% (+3 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 252 bp (invariato) (dati MTS).

*Mercati azionari europei positivi: *Euro Stoxx 50 +0,5%, FTSE 100 +0,8%, DAX +0,5%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 +0,1%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in rialzo: S&P 500 +0,5%, Nasdaq 100 +0,7%, Dow Jones Industrial +0,5%.

FCA +3,0% guadagna terreno in scia ai risultati del primo trimestre 2019. I dati sono inferiori alle attese: il risultato operativo adjusted è in calo del 29% a/a a 1,067 miliardi di euro (consensus 1,31 miliardi), i ricavi segnano -5% a 24,48 miliardi, l'utile netto adjusted -41% a 570 milioni. Gli operatori si concentrano però sulla conferma dei target 2019 anticipata dal CEO Mike Manley.

Performance positive per i titoli del settore farmaceutico e cura della persona: l'indice EURO STOXX Health Care segna +0,9%. A Milano Amplifon +1,5%, Recordati +0,5%, Diasorin +1,3%.

Bene il lusso con Salvatore Ferragamo +1,1% e Brunello Cucinelli +1,8% in parziale recupero dopo le flessioni di ieri causate dai report negativi di alcuni importanti broker.

In verde i petroliferi: Saipem +1,4% ed Eni +0,8% in scia al tentativo del greggio di allontanarsi dai minimi da inizio aprile toccati ieri pomeriggio. Il future luglio sul Brent segna 70,80 $/barile (da 69,80 circa), il future giugno sul WTI segna 62,10 $/barile (da 61,00 circa). Debole Tenaris -0,3% sui cui pesano i dati del trim1 2019 e la guidance prudente. I ricavi netti si sono attestati a 1,872 miliardi di dollari, sostanzialmente in linea con il primo trimestre 2018 ma in calo dell'11% rispetto al quarto trimestre 2018. L'EBITDA è pari a 390 milioni (+10% a/a e -8% t/t). L'utile netto sale a 243 milioni (+3% rispetto al primo trimestre 2018 e +8% rispetto al quarto trimestre 2018). Per il secondo trimestre Tenaris prevede ricavi sui livelli del trim1 e margini in linea con quelli dell'anno scorso.