Piazza Affari in verde, male BTP e spread. FTSE MIB +0,13%.

*Mercati azionari europei in calo. Wall Street incerta: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,1%, NASDAQ Composite +0,1%, Dow Jones Industrial -0,3%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,13%, il FTSE Italia All-Share a +0,11%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,00%, il FTSE Italia STAR a +0,49%.

BTP in ulteriore ribasso, sale lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,27% (chiusura precedente a 1,21%), lo spread sul Bund segna 154 bp (da 148) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA la stima preliminare di novembre dell'indice di fiducia dei consumatori, calcolato dall'Università del Michigan e da Reuters, si attesta a 95,7 punti, risultando inferiore alle previsioni degli addetti ai lavori, pari a 95,9 punti, ma superiore alla rilevazione precedente, fissata 95,5 punti (rivisto da 96 punti). Negli Stati Uniti a settembre le scorte all'ingrosso hanno fatto segnare una variazione positiva dello 0,4%, risultando superiori alle attese, pari allo -0,3%. Nel mese di agosto le scorte erano salite dello 0,1%, riviste da -0,3%. In Germania il surplus della bilancia commerciale a settembre 2019 e si e' attestato a 21,1 miliardi di euro da 18,2 miliardi di settembre 2018. In Francia l'Insee ha reso noto che la produzione industriale nel mese di settembre è cresciuta dello 0,3% rispetto al mese precedente (consensus +0,3%), dopo il decremento dello 0,9% ad agosto.

Telecom Italia +1,17% tocca i massimi da aprile per poi ridurre i guadagni in scia ai dati trimestrali leggermente migliori delle attese. Analisti e investitori si concentrano anche sull'annuncio della lettera d'intenti con Google Cloud per la definizione di una partnership strategica: si punta sullo scorporo e quotazione della newco che potrebbe scaturire dall'accordo.