Piazza Affari migliore in Europa grazie ai bancari. FTSE MIB +1,69%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street in verde: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +1,0%, NASDAQ Composite +0,6%, Dow Jones Industrial +1,6%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a 1,69%, il FTSE Italia All-Share a +1,57%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,93%, il FTSE Italia STAR a +0,04%.

BlackRock ha migliorato la raccomandazione sull'azionario europeo a overweight e peggiorato quella sull'azionario USA a neutral. Per quanto riguarda l'Europa il BlackRock Investment Institute ritiene che il Vecchio Continente sia ben posizionato per salire sul treno della ripresa dopo il lockdown grazie alle solide misure di salute pubblica adottate e all'incoraggiante risposta a livello politico. Per gli USA invece esistono rischi derivanti dal venir meno dello stimolo fiscale, dall'estensione dell'epidemia e dalle tensioni con la Cina.

BTP e spread stabili. Il rendimento del decennale segna 1,30% (chiusura precedente a 1,31%), lo spread sul Bund 177 bp (da 178) (dati MTS).

*Gita Gopinath, capo economista del Fondo Monetario Internazionale, ha dichiarato al magazine tedesco Der Spiegel *che un parte "sostanziale" del Recovery Fund annunciato ad aprile dall'Unione Europea per sostenere l'economia continentale dovrebbe essere costituita da sussidi a fondo perduto piuttosto che da prestiti. In caso contrario il Recovery Fund non sarebbe in grado di promuovere la ripresa economica.

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: indice Pending Home Sales (mercato immobiliare residenziale) maggio +44,3% m/m da -21,8% R (atteso +18,9%). Nell'eurozona: indice fiducia consumatori giugno a -14,7 punti da -18,8 punti (attese -14,7 punti). In Germania: inflazione preliminare giugno +0,6% m/m da -0,1% (atteso +0,3%).

Bancari in ottima forma. L'indice FTSE Italia Banche segna +3,28%, +3,1% per l'EURO STOXX Banks. Molto bene UniCredit +4,43%, Banco BPM +5,99%, Mediobanca +4,45%. sale anche Banca MPS +3,19%: il Messaggero riferisce che oggi il cda straordinario di Rocca Salimbeni approverà la separazione di 8 miliardi di euro di crediti deteriorati con conferimento degli stessi al veicolo AMCO. L'operazione prevede anche un contributo di MPS al capitale del veicolo pari a 1 miliardo di euro e un meccanismo di compensazione a favore degli azionisti diversi dal Tesoro. Si tratta di un passaggio determinante per portare a termine l'operazione di uscita dall'azionariato del Tesoro (ha il 68%): una volta alleggerita dagli NPL Banca MPS potrà infatti essere messa sul mercato con un buon appeal speculativo.

Sale anche Intesa Sanpaolo +2,53%. In attesa degli sviluppi dell'OPS lanciata su UBI Banca +2,63%, Intesa ha messo a segno un'importante operazione nel settore infrastrutture. Il gruppo bancario ha infatti ceduto lo 0,0542% di Brebemi e il 55,782% di Autostrade Lombarde (che controlla la prima con il 78,9%) ad Aleatica, società attiva nelle infrastrutture di trasporto (autostrade, porti, aeroporti, ferrovie) basata a Madrid ma controllata dall'australiana IFM Investor (gestore di fondi a sua volta controllato da 27 fondi pensione). I dettagli finanziari dell'operazione non sono stati comunicati ma una fonte vicina alla situazione sentita da Reuters riferisce che l'operazione, che rientra nel programma di dismissioni di partecipazioni azionarie non più strategiche per Intesa, vale circa 2 miliardi di euro.

Industriali in recupero: CNH Industrial +3,52%, Leonardo +2,32%, FCA +2,24%, Buzzi Unicem +2,07%. Sale anche Prysmian +1,17% che si è aggiudicato commesse per il corridoio SuedLink in Germania, il sistema in cavo interrato più lungo di sempre, assegnate dagli operatori dei sistemi di trasmissione tedeschi TransnetBW GmbH e TenneT, con valore complessivo di oltre 800 milioni di euro. Prysmian si era già aggiudicata le commesse relative ai progetti SuedOstLink e A-Nord.

Nexi +3,45% si conferma in ottima forma in vista del il 1° luglio, giorno in cui scattano la riduzione da 3.000 a 2.000 euro del limite massimo per i pagamenti in contanti e il credito di imposta del 30% sulle commissioni bancarie su pagamenti effettuati tramite carte di credito, di debito o prepagate. Entrambe le misure sono contenute nel Decreto Legge 26 ottobre 2019, n. 124, per il contrasto all'evasione fiscale. Nexi approfitta anche del fermento nel settore dei pagamenti elettronici con il balzo di Wirecard (+156%) a Francoforte: secondo il quotidiano tedesco Fankfurter Allgemeine Zeitung, Worldline +0,9%, potrebbe acquistare parte delle attività del gruppo dei pagamenti al centro di uno scandalo finanziario.

Cattolica Assicurazioni +7,93%. Sabato scorso l'assemblea straordinaria ha approvato l'aumento di capitale da 500 milioni di euro chiesto dall'IVASS. La scorsa settimana è stata annunciata una partnership strategica con Generali +1,05%. La compagnia triestina si impegna a diventare azionista rilevante con il 24,4% di Cattolica attraverso la sottoscrizione di un aumento di capitale riservato per 300 milioni di euro condizionato alla trasformazione di Cattolica in SpA.

Trevi Finanziaria Industriale +9,76% in forte rialzo dopo che Donato Iacovone, presidente di Webuild +1,65%, ha dichiarato a L'Economia del Corriere della Sera che Trevi è una delle opzioni per allargare il perimetro del Progetto Italia che vede coinvolta, oltre alla ex Salini Impregilo, anche Astaldi +2,67%.

DiaSorin -0,99% inverte la rotta dopo un avvio positivo. Venerdì il gruppo e la Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia hanno presentato al Consiglio di Stato ricorso per chiedere l'annullamento della sentenza del Tar con cui lo scorso 8 giugno era stato annullato l'accordo tra DiaSorin e San Matteo sui test sierologici. La decisione del Tar era arrivata dopo il ricorso della Technogenetics di Lodi, azienda concorrente di DiaSorin.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)