Piazza Affari migliore in Europa: bene Atlantia, utility e petroliferi. FTSE MIB +0,45%.

Mercati azionari europei negativi. Wall Street in lieve rialzo: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, NASDAQ Composite -0,0%, Dow Jones Industrial +0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,45%, il FTSE Italia All-Share a +0,42%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,26%, il FTSE Italia STAR a -0,05%.

BTP e spread poco mossi. Il rendimento del decennale segna 1,28% (chiusura precedente a 1,29%), lo spread sul Bund segna 157 bp (da 158) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA i nuovi cantieri residenziali sono cresciuti a novembre passando a 1365 mila unita' da 1323 mila unita' (+3,2%). Il dato e' superiore alle attese degli analisti che si aspettavano un valore pari a 1345 mila unita'. In crescita anche le Licenze edilizie a 1482 mila unita' da 1461 mila unita' (consensus 1410 mila unita'). La Federal Reserve ha reso noto che nel mese di novembre la produzione industriale USA ha evidenziato una crescita dell'1,1% rispetto al mese precedente. Il dato ha battuto le aspettative (+0,8%) risultando in netto miglioramento dalla rilevazione precedente (-0,9%, rivisto al ribasso da -0,8%). Negli USA l'indagine JOLTS (Job Openings and Labor Turnover Survey) segnala che le posizioni lavorative ricercate dai datori di lavoro ad ottobre si sono attestate a 7,267 milioni, superiori ai 7,032 milioni di settembre (rivisto da 7,024 milioni unità) e ai 7,018 milioni attesi dagli economisti. Eurostat ha comunicato che nel mese di ottobre il surplus della Bilancia Commerciale dell'Eurozona e' risultato pari a 28 mld di euro, dai 13,2 mld di ottobre 2018. Su base destagionalizzata il surplus si è attestato a 24,5 mld di euro a ottobre da 18,7 mld di euro di settembre. In base alle prime stime a ottobre le esportazioni sono cresciute del 4,1% rispetto a ottobre 2018 e le importazioni sono scese del 3,2% nello stesso periodo.