Piazza Affari migliore in Europa. Brilla Ferragamo con scenario vendita. FTSE MIB +1,6%.

Il FTSE MIB segna +1,6%, il FTSE Italia All-Share +1,6%, il FTSE Italia Mid Cap +1,5%, il FTSE Italia STAR +1,8%.

BTP e spread in risalita. Il rendimento del decennale segna 1,56% (chiusura precedente a 1,53%), lo spread sul Bund 197 bp (da 191) (dati MTS).

Mercati azionari europei positivi: Euro Stoxx 50 +0,8%, FTSE 100 +0,7%, DAX +0,7%, CAC 40 +0,9%, IBEX 35 +0,7%.

Future sugli indici azionari americani incerti: S&P 500 +0,3%, NASDAQ 100 -0,2%, Dow Jones Industrial +0,7%. Le chiusure dei principali indici USA nella seduta precedente: S&P 500 +1,48%, NASDAQ Composite +0,77%, Dow Jones Industrial +2,21%.

Mercato azionario giapponese in netto progresso, il Nikkei 225 ha chiuso a +2,32%. Borse cinesi contrastate: l'indice CSI 300 di Shanghai e Shenzhen ha terminato a +0,29%, l'Hang Seng di Hong Kong al momento segna -0,8% circa.

Salvatore Ferragamo +11,7% balza sui massimi da metà aprile dopo il varo del nuovo assetto di governance. In pratica la famiglia fiorentina fa un passo indietro, "si concentra nella funzione di guida e indirizzo strategico dell'azienda e affida gli incarichi esecutivi a figure manageriali": "i poteri esecutivi in precedenza esercitati dal Presidente Ferruccio Ferragamo" sono conferiti a Michele Norsa, che entra nel cda al posto di Giacomo (James) Ferragamo, che si è dimesso per lasciare un posto disponibile nel board. Norsa è stato a.d. della società dal 2006 al 2016 "e lavorerà in coordinamento con l'Amministratore Delegato Micaela le Divelec Lemmi per l'attuazione dei programmi e dei piani di sviluppo della Società". Norsa "ha anche assunto la Presidenza del Comitato Esecutivo e del Comitato Strategie Brand & Prodotto". Secondo Equita il ritorno di Norsa potrebbe preludere a un passaggio di proprietà (di cui peraltro si vocifera da tempo): il manager è infatti "industrial partner" del Fondo Strategico Italiano. Quest'ultimo nel luglio 2018 ha acquisito il 41,2% di Missoni (dove Norsa è vice presidente).

Bancari in rialzo con gli istituti di medie dimensioni ancora in evidenza: l'indice FTSE Italia Banche segna +2,1%, con BPER Banca +4,0%, Banca MPS +7,9%, BP Sondrio +3,5%, Credito Valtellinese +4,5%. Dopo la decisione di UBI Banca +1,8% di avviare un'azione legale contro l'OPS lanciata a febbraio da Intesa Sanpaolo +1,9%, il processo di consolidamento del settore bancario potrebbe andare incontro a una nuova fase e il mercato inizia probabilmente a fare ipotesi sulle direttrici che detto processo seguirà.

DiaSorin +1,4% prova a reagire alla massiccia flessione delle due sedute precedenti (oltre -18%). Si tratta di una fisiologica correzione a seguito del rally degli ultimi giorni: tre sedute fa il titolo ha toccato il massimo storico a 211,80 euro. Stamattina il colosso svizzero Roche (+1,6% in avvio) ha annunciato l'avvio della sperimentazione del trattamento su pazienti affetti da Covid-19 dei propri farmaci Actemra/RoActemra in abbinamento con il remdesivir di Gilead Sciences (+2,35% ieri al NASDAQ). La sperimentazione partirà in giugno e interesserà circa 450 pazienti in Europa e USA e Canada. Roche ricorda anche che sta portando avanti la sperimentazione su pazienti affetti da Covid-19 dei propri farmaci Actemra/RoActemra in abbinamento con il trattamento standard. Risultati positivi nella sperimentazione di farmaci su pazienti con problemi respiratori causati da Covid-19 ridurrebbero probabilmente l'urgenza di disporre di test contro il virus, settore in cui DiaSorin è impegnata, con effetti negativi sulle prospettive del titolo.

Gli appuntamenti macroeconomici in programma oggi: alle 10:00 indici fiducia imprese e consumatori italia, alle 11:00 indice fiducia consumatori e indici fiducia economica eurozona, bilancia commerciale (non EU) Italia, alle 12:00 indice prezzi alla produzione Italia, alle 14:00 inflazione Germania. Negli USA alle 14:30 PIL 2a stima trim1, ordini beni durevoli e richieste settimanali sussidi disoccupazione, alle 16:00 indice Pending Home Sales (mercato immobiliare), alle 17:00 scorte settimanali petrolio (EIA).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)