Piazza Affari migliore in Europa, spread in netto calo. Borse deboli su sviluppi coronavirus. FTSE MIB +0,00%.

Mercati azionari europei negativi. Wall Street in rosso: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,5%, NASDAQ Composite -0,3%, Dow Jones Industrial -0,7%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,00%, il FTSE Italia All-Share a -0,06%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,50%, il FTSE Italia STAR a -0,66%.

*BTP in rally, scende lo spread. *Il rendimento del decennale segna 1,26% (chiusura precedente a 1,38%), lo spread sul Bund segna 156 bp (da 162) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: indice anticipatore dicembre -0,3% m/m da +0,1% (atteso +0,1%); scorte di petrolio settimanali a -0,405 mln di barili da -2,549 mln precedenti (attesi -1,009 mln). Nell'eurozona: stima preliminare indice fiducia consumatori gennaio -8,1 punti da -8,1 punti (attese -7,8 punti). Nella riunione odierna il Consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE) ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,50%. Il Consiglio direttivo si attende che i tassi di interesse di riferimento della BCE si mantengano su livelli pari o inferiori a quelli attuali finché non vedrà le prospettive di inflazione convergere saldamente su un livello sufficientemente prossimo ma inferiore al 2% nel suo orizzonte di proiezione e tale convergenza non si rifletterà coerentemente nelle dinamiche dell'inflazione di fondo. Il Consiglio direttivo ha deciso di intraprendere un riesame della propria strategia di politica monetaria, nel pieno rispetto del mandato di stabilità dei prezzi della BCE sancito dal Trattato. Il processo si dovrebbe concludere entro la fine dell'anno.