Piazza Affari migliore in Europa, spread sotto quota 200. FTSE MIB +0,68%.

*Il FTSE MIB segna +0,68%, il FTSE Italia All-Share +0,60%, il FTSE Italia Mid Cap +0,11%, il FTSE Italia STAR -0,50%.

BTP in buona forma, spread sotto quota 200*. Il rendimento del decennale segna 1,71% (chiusura precedente a 1,74%), lo spread sul Bund 198 bp (da 203) (dati MTS).

Mercati azionari europei incerti: Euro Stoxx 50 +0,2%, FTSE 100 -0,1%, DAX -0,1%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,2%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in verde: S&P 500 +0,2%, Nasdaq 100 +0,2%, Dow Jones Industrial +0,4%.

Atlantia +2,5% estende il recupero di ieri nel giorno del cda chiamato a esaminare l'ipotesi di partecipare al salvataggio di Alitalia (no comment ieri da un portavoce): si parla di una manifestazione di interesse per una quota pari al 35-40% della newco Nuova Alitalia (un investimento di circa 300 milioni di euro). Atlantia potrebbe essere affiancata dal gruppo Toto o dall'imprenditore colombiano German Efromovich. Intanto Ed Bastian, a.d. di Delta Airlines, ha dichiarato di voler investire circa 100 milioni di dollari per acquistare il 10% di Alitalia. Il governo vuole chiudere il dossier entro lunedì 15.

Bene Prysmian +1,8% a 18,68 euro. Banca IMI incrementa il target da 18,50 a 21,00 euro. La decisione arriva dopo il roadshow tenuto dal gruppo a Parigi. Gli analisti prevedono dati in miglioramento nel secondo trimestre. Prysmian ha annunciato a fine mattinata l'accelerazione dell'integrazione di General Cable in Sud America e l'inaugurazione del nuovo headquarter regionale di Sorocaba, nella provincia di San Paolo, in Brasile.

Ancora positivi i petroliferi anche se sotto i massimi visti in mattinata in scia alla leggera flessione del greggio, salito oggi sui livelli più elevati da fine maggio in scia ai dati EIA sulle scorte USA pubblicati ieri pomeriggio. Tenaris +1,7%, Eni +0,9%, Saipem +0,6%.