Piazza Affari negativa, balza lo spread. Coronavirus preoccupa governi ed economisti. FTSE MIB -2,66%.

Mercati azionari europei in forte ribasso. Wall Street negativa: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -1,9%, NASDAQ Composite -2,2%, Dow Jones Industrial -2,0%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -2,66%, il FTSE Italia All-Share a -2,67%, il FTSE Italia Mid Cap a -2,77%, il FTSE Italia STAR a -2,77%.

Mercati azionari in netto calo: pesa il probabile impatto negativo sull'economia globale del coronavirus. Ieri il primo ministro australiano Scott Morrison ha dichiarato che "ci sono tutti i segnali per affermare che il mondo entrerà presto in una fase pandemica del coronavirus". I nuovi casi di infezione fuori dalla Cina hanno superato quelli nel Paese origine del virus. Molti governi hanno deciso misure straordinarie come la chiusura delle scuole e la cancellazione di grandi eventi.

BTP negativi e spread in forte rialzo. Il rendimento del decennale segna 1,08% (chiusura precedente a 0,99%), lo spread sul Bund segna 163 bp (da 148) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: PIL trim4 2019 2a stima (preliminary) +2,1% t/t (2a stima) da 2,1% (atteso +2,1%); ordini di beni durevoli gennaio -0,2% m/m da +2,4% m/m (atteso -1,5%); indice Pending Home Sales (mercato immobiliare residenziale) gennaio +5,2% m/m da -4,2% R (atteso +2,2%). Nell'eurozona: indice fiducia consumatori febbraio a -6,6 punti da -8,1 punti (attese -6,6 punti). In Italia: a febbraio si stima una diminuzione dell'indice di fiducia dei consumatori (da 111,8 a 111,4) mentre l'indice di fiducia delle imprese registra un aumento (da 99,2 a 99,8).