Piazza Affari negativa, sale lo spread. FTSE MIB -1,78%.

Mercati azionari europei in rosso. Wall Street negativa: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -1,7%, NASDAQ Composite -1,3%, Dow Jones Industrial -1,9%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -1,78%, il FTSE Italia All-Share a -1,92%, il FTSE Italia Mid Cap a -2,98%, il FTSE Italia STAR a -2,56%. Il premier Giuseppe Conte ha annunciato che il governo italiano ha stanziato 7,5 miliardi di euro a sostegno di famiglie e imprese per fronteggiare l'emergenza coronavirus. La cifra è oltre il doppio rispetto ai 3,6 miliardi indicati inizialmente.

BTP e spread in peggioramento. Il rendimento del decennale segna 1,07% (chiusura precedente a 1,00%), lo spread sul Bund segna 175 bp (da 164) (dati MTS).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: *ordini industriali gennaio -0,5% m/m da +1,9% m/m (atteso -0,1%).

I bancari accelerano al ribasso: l'indice FTSE Italia Banche segna -3,02%, l'EURO STOXX Banks -3,7%. A Milano UBI Banca -5,84%, Banco BPM -4,23%, Mediobanca -4,19%, Intesa Sanpaolo -3,81%. Il comparto è penalizzato dai probabili effetti negativi sul tessuto imprenditoriale e sulla crescita economica causati dall'emergenza coronavirus (si teme un aumento dei crediti deteriorati) e dalla risposta che potrebbe arrivare dalla BCE (ulteriore riduzione dei tassi sui depositi).

Petroliferi in rosso: il greggio oscilla sui minimi da inizio settimana dopo che i paesi OPEC hanno concordato oggi di incrementare i tagli alla produzione di 1,5 milioni di barili al giorno (superiore alle attese). Secondo le indiscrezioni però la Russia è contraria. La decisione potrebbe quindi non essere ratificata nella riunione dell'OPEC+ (paesi OPEC e altri produttori, tra cui il principale è la Russia) di domani. La reazione del prezzo del petrolio sembra confermare questa ipotesi. A Milano Saipem -5,13%, Tenaris -1,84%, Eni -1,65%.