Piazza Affari peggiore in Europa dopo condanna e dimissioni Rixi (Lega). FTSE MIB -0,36%.

*Il FTSE MIB segna -0,36%, il FTSE Italia All-Share -0,29%, il FTSE Italia Mid Cap +0,17%, il FTSE Italia STAR +0,04%. La borsa italiana accelera al ribasso dopo la notizia della condanna in primo grado a tre anni e cinque mesi del viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi (Lega), a processo a Genova per peculato e falso. Rixi ha dato le dimissioni dal governo.

BTP positivi. *Il decennale rende il 2,64% contro il 2,66% della chiusura di ieri, lo spread sul Bund segna 281 bp (da 283) (dati MTS).

Mercati azionari europei in verde: Euro Stoxx 50 +0,4%, FTSE 100 +0,5%, DAX +0,3%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 +0,6%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in lieve rialzo: S&P 500 +0,3%, Nasdaq 100 +0,4%, Dow Jones Industrial +0,2%.

Si confermano deboli i titoli del settore lusso dopo il netto calo di ieri causato dal crollo di Abercrombie & Fitch al NYSE: il titolo ha perso il 26,47% dopo aver annunciato vendite trimestrali deludenti. In rosso Moncler -0,9% e soprattutto Salvatore Ferragamo -3,4%, su cui pesano anche le parole del presidente Ferruccio Ferragamo: ha ribadito in un'intervista che la famiglia non intende mettere in vendita la storica casa produttrice di scarpe e pelletteria di lusso. L'ipotesi di cessione costituisce un catalizzatore per gli acquisti sul titolo e quindi il venir meno della stessa riduce l'appeal speculativo.

FCA -1,4% ritraccia leggermente. Il presidente di Renault, Jean-Dominique Senard, ha affermato che i colloqui con i partner Mitsubishi e Nissan sul tema della fusione con il Lingotto sono andati molto bene: il dossier necessita ovviamente di approfondimenti ma al momento non si vedono svantaggi.