Piazza Affari peggiore in Europa, accordo USA-Cina inferiore alle attese. FTSE MIB -0,26%.

Mercati azionari europei in arretramento dai massimi. Wall Street incerta: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,2%, NASDAQ Composite +0,0%, Dow Jones Industrial -0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -0,26%, il FTSE Italia All-Share a -0,31%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,61%, il FTSE Italia STAR a -0,36%.

BTP positivi e spread in calo. Il rendimento del decennale segna 1,26% (chiusura precedente a 1,31%), lo spread sul Bund segna 155 bp (da 160) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA le vendite al dettaglio hanno evidenziato nel mese di ottobre una crescita dello 0,2% m/m, in rallentamento rispetto alla lettura precedente pari a +0,4% e risultando inferiore alle attese fissate su una variazione positiva dello 0,5%. L'indice escluso il comparto auto è cresciuto dello 0,1% dopo la variazione positiva dello 0,3% della rilevazione precedente, rivista da +0,2% (consensus +0,4%). In Italia l'Istat rende noto che nel mese di ottobre si stima che il fatturato dell'industria aumenti in termini congiunturali dello 0,6%. Nella media degli ultimi tre mesi l'indice complessivo è invece diminuito dello 0,6% rispetto alla media dei tre mesi precedenti.Anche gli ordinativi registrano, a ottobre, un incremento congiunturale dello 0,6%, mentre nella media degli ultimi tre mesi evidenziano una flessione dello 0,5% rispetto ai tre mesi precedenti.

Mercati azionari in arretramento rispetto ai massimi della mattinata. USA e Cina hanno confermato il raggiungimento di un accordo "fase uno": i dazi USA su 160 miliardi di dollari di importazioni dalla Cina previsti per domenica saranno annullati e Pechino dovrebbe fare altrettanto con la reintroduzione di dazi su veicoli americani. Dei dazi USA del 25% attualmente in vigore su 370 miliardi di importazioni dalla Cina solo quelli su 120 miliardi (contrariamente alle indiscrezioni di ieri) saranno ridotti al 7,5%. Inoltre l'impegno cinese ad acquistare prodotti agricoli USA non è stato quantificato (doveva essere di 50 miliardi di dollari nel 2020 secondo i rumor precedenti).