Piazza Affari poco sopra la parità: Ftse Mib +0,15%.

*Il Ftse Mib segna +0,15%, il Ftse Italia All-Share +0,16%, il Ftse Italia Mid Cap +0,18%, il Ftse Italia Star +0,36%.

Mercati azionari europei deboli: *DAX -0,6%, FTSE 100 -0,2%, CAC 40 invariato, IBEX 35 invariato.

*Wall Street positiva in avvio: *S&P 500 +0,13%, Nasdaq Composite +0,42%, Dow Jones Industrial +0,26% (nuovi massimi storici intraday per i tre indici).

*Moncler (+4%) si conferma in ampio rialzo *dopo aver chiuso il primo semestre del 2017 con ricavi in crescita superiore alle attese a 407,6 milioni di euro, +17% a/a a tassi di cambio costanti e +18% a tassi di cambio correnti. Nel secondo trimestre si è registrata un'accelerazione a +20% a/a. Molto buona anche la performance a livello di utili, cresciuti del 25% a/a a 41,8 milioni.

Acquisti sul risparmio gestito con Azimut Holding (+3,4%) che accelera e tocca i massimi da maggio dopo la pubblicazione dei dati al 30 giugno: i ricavi consolidati sono balzati a 415,4 milioni di euro (rispetto a 312,5 milioni un anno fa), l'utile netto consolidato normalizzato a 126,5 milioni (rispetto a 67,8 milioni). Si tratta del secondo miglior utile netto semestrale nella storia del gruppo.

Sale nettamente anche Banca Generali (+2,7%): il gruppo ha chiuso il secondo quarto del 2017 con un utile netto da 51,9 milioni di euro in crescita del 36,9% sul dato di un anno prima. Il risultato operativo è cresciuto del 46,9% a 89,2 milioni e il margine d'intermediazione del 26,5% a 135,5 milioni grazie a un balzo del 29,8% delle commissioni nette. Nel primo semestre la raccolta è cresciuta del 31% a 3,82 miliardi.

Guadagna terreno Maire Tecnimont (+3,4%): poco fa il gruppo ha comunicato i dati del primo semestre, con ricavi a +48,1% a/a, utile netto a 65,4 milioni di euro (+85,3% a/a), nuovi ordini (4,0 miliardi di euro) e backlog (8,6 miliardi) ai livelli più alti di sempre.