Piazza Affari poco sotto la parità: deboli i bancari. FTSE MIB -0,12%.

*Il FTSE MIB segna -0,12%, il FTSE Italia All-Share -0,07%, il FTSE Italia Mid Cap +0,24%, il FTSE Italia STAR -0,12%.

Mercati azionari europei poco mossi:* Euro Stoxx 50 invariato, FTSE 100 invariato, DAX +0,1%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,2%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in verde: S&P 500 +0,1%, NASDAQ 100 +0,2%, Dow Jones Industrial +0,2%.

Buzzi Unicem (+4,2%) scatta in avanti e tocca i massimi da inizio agosto. Il titolo ha accelerato al rialzo dopo che il gruppo di Casale Monferrato ha annunciato l'avvio del programma di acquisto di azioni proprie fino un massimo di 7 milioni di azioni ordinarie e/o risparmio (pari a circa il 4% del capitale). Le azioni acquistate, oltre a "dotare la società di uno strumento di investimento della liquidità", potranno essere utilizzate "come corrispettivo in operazioni straordinarie" o "per eventuali assegnazioni gratuite ai soci".

Molto bene Leonardo (+3,4% a 10,52 euro) che sembra intenzionato a mettersi alle spalle il movimento laterale delle ultime sedute e riattivare il rally partito all'inizio della scorsa settimana e quindi ad attaccare il massimo estivo a 10,71 euro. Oltre questo ultimo livello via libera fin sugli 11,40/11,50.

Telecom Italia (+2,7%) estende il rally di ieri fomentato dalle indiscrezioni del fine settimana di MF secondo cui Alfredo Altavilla, ex responsabile Europa di FCA, l'anno prossimo potrebbe prendere il posto dell'attuale a.d., Amos Genish. Oggi il titolo approfitta del ritorno dei rumor riguardanti la creazione di una rete unica con Open Fiber: ieri il premier Giuseppe Conte ha incontrato prima i vertici di TIM e poi quelli di Open Fiber. Le indiscrezioni confermano che è stato discusso il dossier della creazione di una rete unica in fibra ottica.