Piazza Affari positiva in controtendenza con le altre borse europee. FTSE MIB +0,44%.

*Il FTSE MIB segna +0,44%, il FTSE Italia All-Share +0,40%, il FTSE Italia Mid Cap +0,16%, il FTSE Italia STAR -0,02%.

BTP e spread poco mossi.* Il rendimento del decennale segna 1,29% (chiusura precedente a 1,29%), lo spread sul Bund segna 158 bp (da 158) (dati MTS).

Mercati azionari europei in calo: Euro Stoxx 50 -0,5%, FTSE 100 -0,1%, DAX -0,7%, CAC 40 -0,3%, IBEX 35 -0,5%.

Circa un'ora e mezza prima dell'apertura di Wall Street i principali indici USA sono in parità: S&P 500 -0,0%, Nasdaq 100 -0,0%, Dow Jones Industrial -0,1%.

Acquisti su Atlantia +2,2%: Secondo Il Sole 24 Ore la società dei Benetton sembra intenzionata a cedere una ingente quota di Aeroporti di Roma (AdR): fino al 49%. Due fonti vicine alla situazione sentite da Reuters hanno confermato, precisando che l'operazione non è stata avviata e quindi non è imminente. La vendita di una parte della controllata (il cui valore totale è stimato in circa 5 miliardi di euro) è un'operazione di cui si parla da anni ma la percentuale destinata a essere messa sul mercato doveva essere del 30% circa. Un alleggerimento della presenza di Atlantia in AdR significherebbe probabilmente la definitiva uscita di scena dalla vicenda del salvataggio di Alitalia. Il quotidiano aggiunge che anche la vendita di una quota "rilevante" di Telepass potrebbe tornare d'attualità: la controllata secondo le indiscrezioni sarebbe stata valutata 2,3 miliardi complessivi da uno dei pretendenti (il private equity Warburg Pincus). Nel caso di Telepass gli ultimi rumor parlavano di cessione di oltre il 50%: oggi si ipotizza il 49% al massimo. Ma come verrebbero utilizzati i ricavi delle due operazioni? Il Sole parla di crescita a livello internazionale, il che sarebbe comprensibile alla luce del clima venutosi a creare in Italia dopo il crollo del Ponte Morandi. Quest'ultima vicenda potrebbe a breve determinare una nuova defezione pesante nel management: MF riferisce infatti che dopo l'uscita dell'a.d. Giovanni Castellucci (di cui peraltro è stato congelato il pagamento della seconda rata della buonuscita) potrebbe toccare al presidente Fabio Cerchiai.