Piazza Affari positiva su ottimismo trattative USA-Cina. FTSE MIB +1,17%.

*Il FTSE MIB segna +1,17%, il FTSE Italia All-Share +1,08%, il FTSE Italia Mid Cap +0,36%, il FTSE Italia STAR +1,32%.

BTP negativi. *Il decennale rende il 2,96% (+4 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 272 bp (+1 bp) (dati MTS).

Mercati azionari europei brillanti: Euro Stoxx 50 +1,4%, FTSE 100 +1,2%, DAX +1,4%, CAC 40 +1,9%, IBEX 35 +1,3%.

*Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in netto rialzo: S&P 500 +1,0%, Nasdaq Composite 61,0%, Dow Jones Industrial +1,1%.

Automobilistici in ottima forma:* brilla Brembo +4,3%, seguita da Pirelli&C +3,1%, FCA +2,8%, Ferrari +2,4%, Sogefi +3,8%.* Operatori e investitori sono in attesa della conclusione della due giorni di colloqui tra USA e Cina a Pechino sul dossier del commercio: il presidente Trump ha twittato che le trattative stanno procedendo molto bene.

L'ottimismo di Trump investe anche gli altri industriali:* Prysmian +4,3%, Leonardo +3,6%, CNH Industrial +1,9%, STMicroelectronics +3,4%.

Prosegue la corsa di Juventus FC +2,3% e Amplifon +5,3%, le new entry di fine 2018 del FTSE MIB. Si segnalano indiscrezioni di stampa secondo cui Maurizio Arrivabene, da ieri non più alla guida della Scuderia Ferrari, potrebbe andare a sedersi sulla poltrona di amministratore delegato del club bianconero, ruolo rimasto scoperto dopo l'uscita di Giuseppe Marotta (da poco accasatosi all'Inter). Arrivabene fa parte del cda della Juventus dal 2012.

Bancari incerti all'indomani del decreto-legge che ha introdotto misure urgenti a tutela della clientela e dei risparmiatori di Banca Carige. Fonti sindacali riferiscono che i commissari straordinari dell'istituto ligure hanno affermato che al momento non c'è un soggetto candidato a una partnership. L'indice FTSE Italia Banche segna +0,3%. In flessione BPER Banca -1,9%, Banco BPM -0,6%, UBI Banca -0,7%. Bene Mediobanca +0,9%.