Piazza Affari positiva, bancari in recupero con calo spread. FTSE MIB +0,50%.

*Il FTSE MIB segna +0,50%, il FTSE Italia All-Share +0,49%, il FTSE Italia Mid Cap +0,40%, il FTSE Italia STAR +1,04%.

BTP in recupero e spread in flessione*. Il decennale rende il 2,71% (-5 bp) e lo spread segna 281 bp (-7 bp).

*Mercati azionari europei in verde: *Euro Stoxx 50 +0,4%, FTSE 100 +0,2%, DAX +0,6%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 +0,5%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono positivi: S&P 500 +0,3%, Nasdaq 100 invariato, Dow Jones Industrial +0,3%.

Petroliferi in ascesa: il greggio sale sui massimi da fine aprile/inizio maggio. Il future luglio sul Brent segna 72,75 $/barile, il future giugno sul WTI segna 62,85 $/barile. Bene Saipem +1,5% ed Eni +0,6% ma soprattutto Tenaris +2,7%: il gruppo potrebbe beneficiare dalla possibile soluzione positiva delle trattative USA-Messico sui dazi su acciaio e alluminio in ingresso negli States.

*Bene i bancari *che recuperano dal rosso di inizio mattinata grazie al calo dello spread. L'indice FTSE Italia Banche segna +1,1%, l'EURO STOXX Banks +0,7%. In evidenza Banco BPM +2,2%, UBI Banca +1,9%, Mediobanca +1,7%, BPER Banca +1,7%.

Positivi i titoli del settore farmaceutico e cura della persona: l'indice EURO STOXX Health Care segna +0,7%. A Milano Amplifon +3,3%, Recordati +2,6%, Diasorin +1,7%.

*A2A +1,4% *a 1,5305 euro. Equita ha migliorato la raccomandazione da hold a buy e il target da 1,70 a 1,74 euro. Il titolo estende il recupero di ieri (+2,90%) messo a segno nonostante il forte calo dei margini registrato nel primo trimestre 2019. L'EBITDA scende a 328 milioni di euro (-19,6% a/a) e l'utile netto a 104 milioni (-39,9% a/a). Bene invece i ricavi, in crescita del 16% a/a a 2,11 miliardi di euro. I risultati sono complessivamente superiori alle attese degli analisti e questo ha fatto scattare gli acquisti.