Piazza Affari positiva: brillano FCA e Juventus. FTSE MIB +0,64%.

*Il FTSE MIB segna +0,64%, il FTSE Italia All-Share +0,53%, il FTSE Italia Mid Cap -0,23%, il FTSE Italia STAR -0,13%.

Mercati azionari europei in verde*: Euro Stoxx 50 +0,2%, FTSE 100 +0,2%, DAX +0,1%, CAC 40 +0,3%, IBEX 35 +0,3%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in rialzo: S&P 500 +0,2%, NASDAQ 100 +0,3%, Dow Jones Industrial +0,2%.

FCA (+3,1% a 14,4740 euro) in ottima forma. Morgan Stanley ha ridotto il target sul titolo da 23 a 21 euro e confermato la raccomandazione overweight. Non si fermano le indiscrezioni relative all'ipotesi di vendita di Magneti Marelli al gruppo di private equity KKR: Il Sole 24 Ore riferisce di una valutazione per la controllata pari a 5-6 miliardi di euro a livello di enterprise value (comprensivo del debito).

*Bene anche gli altri automobilistici *Ferrari (+1,5%), Brembo (+0,8%), Sogefi (+2,0%) con il settore: EURO STOXX Automobiles & Parts +0,5%. In controtendenza Pirelli&C (-2,0%) che torna a perdere terreno dopo il rimbalzo di ieri: ricordiamo l'effetto depressivo sul settore pneumatici determinato dal recente warning di Continental.

*Positivi gli industriali *Leonardo (+2,1%), STMicroelectronics (+1,7%), Buzzi Unicem (+1,4%), CNH Industrial (+0,8%).

Petroliferi in verde grazie al greggio che sale sui massimi di periodo (dall'8 agosto per il WTI, da fine luglio per il Brent): i future ottobre 2018 segnano per il Brent 75,55 $/barile, per il WTI segna 68,60 $/barile. Bene Tenaris (+1,9%), seguita da ENI (+1,0%) e Saipem (+0,3%) che recupera dal rosso della mattinata.

Bancari in recupero dopo la flessione di ieri: l'indice FTSE Italia Banche segna +0,6%. In evidenza UniCredit (+0,9%), seguita da UBI Banca (+0,8%), Banco BPM (+0,6%).