Piazza Affari positiva, Moncler e lusso sotto i riflettori. BTP in netto calo. FTSE MIB +0,35%.

*Il FTSE MIB segna +0,35%, il FTSE Italia All-Share +0,36%, il FTSE Italia Mid Cap +0,31%, il FTSE Italia STAR +0,28%.

BTP in deciso ribasso, sale lo spread. *Il rendimento del decennale segna 1,45% (chiusura precedente a 1,37%), lo spread sul Bund segna 174 bp (da 170) (dati MTS).

*Mercati azionari europei contrastati: *Euro Stoxx 50 +0,3%, FTSE 100 -0,3%, DAX -0,1%, CAC 40 +0,7%, IBEX 35 +0,3%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i principali indici USA sono positivi: S&P 500 +0,3%, Nasdaq 100 +0,4%, Dow Jones Industrial +0,3%.

Moncler, +8,1% *a 41,98 euro, in forte rialzo ma sotto i massimi di seduta (43,61 euro) dopo la precisazione di Remo Ruffini *(presidente, CEO e principale azionista con il 22,55%) riguardo alle indiscrezioni di Bloomberg secondo cui Kering (+1,0% a Parigi) avrebbe avviato colloqui esplorativi per la possibile acquisizione del gruppo dei piumini. Ruffini precisa che "periodicamente intrattiene contatti e interloquisce con investitori e altri operatori del settore, tra cui il gruppo Kering, su potenziali opportunità strategiche per promuovere ulteriormente lo sviluppo di Moncler, senza che, allo stato, vi sia alcuna ipotesi concreta allo studio".

Il balzo di Moncler spinge al rialzo gli altri titolo del settore lusso: Tod's +4,8%, Brunello Cucinelli +1,9% e soprattutto Salvatore Ferragamo +7,2%. Da tempo circolano voci di mercato (peraltro sempre smentite dalla famiglia del fondatore) relative alla vendita della casa fiorentina.

Leonardo, +2,3% a 10,6050 euro, positiva in scia al report di S&P Global: i parametri creditizi del gruppo della difesa stanno migliorando grazie alla maggiore generazione di free cash flow operativo (FOCF) e all'ulteriore riduzione del debito. Gli analisti hanno così deciso di portare l'outlook a positivo nell'ambito di un merito di credito posto a BB+/B. Ieri Leonardo aveva chiuso a +1,42% dopo che BofA Merrill Lynch ha confermato la raccomandazione buy sul titolo e incrementa il target da 13 a 15 euro. Leonardo è stato inserito nella lista "top pick" (titoli migliori) per il 2020 della prestigiosa investment bank americana.