Piazza Affari positiva, spread in netto calo. FTSE MIB +0,57%.

*Mercati azionari europei incerti. Wall Street contrastata: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 invariato, NASDAQ Composite +0,1%, Dow Jones Industrial -0,5%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,57%, il FTSE Italia All-Share a +0,55%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,46%, il FTSE Italia STAR a +0,10%.

BTP in netto rialzo, scende lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,51% (chiusura precedente a 1,63%), lo spread sul Bund 188 bp (da 197) (dati MTS).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA Markit Economics reso noto che la stima flash dell'indice PMI *manifatturiero di luglio si è attestata a 50 punti dai 50,6 punti di giugno, sul livello più basso da settembre 2009. Le attese erano per un indice pari a 51 punti, segnalando la stagnazione del settore manifatturiero. Il miglioramento delle condizioni operative del settore dei servizi, con l'indice PMI servizi cresciuto a 52,2 luglio da 51,5 di giugno, compensa almeno parzialmente la decelerazione della crescita del settore manifatturiero. Il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti (congiuntamente al Census Bureau) ha comunicato che le vendite di nuove abitazioni sono aumentate del 7% a giugno rispetto al mese precedente, attestandosi a 646 mila unita', in crescita rispetto alle 604 mila unità della rilevazione precedente (rivista da 626 mila unità). Le attese erano per un incremento mensile del 6% a 660 mila unità. Dall'analisi dei dati 'flash' di luglio, l'indice Markit PMI composito dell'Eurozona è sceso a 51,5, indicando uno slittamento rispetto a 52,2 di giugno e registrando il più debole incremento della produzione in tre mesi.