Piazza Affari riduce i guadagni, deboli i BTP. Brilla STM. FTSE MIB +0,09%.

*Il FTSE MIB segna +0,09%, il FTSE Italia All-Share +0,13%, il FTSE Italia Mid Cap +0,37%, il FTSE Italia STAR +0,75%.

BTP negativi, sale lo spread. *Il rendimento del decennale segna 1,03% (chiusura precedente a 0,99%), lo spread sul Bund segna 158 bp (da 156) (dati MTS). L'obbligazionario Italia ieri è andato in crisi dopo le indiscrezioni di Reuters secondo cui il governo Conte-bis sta valutando di incrementare l'obiettivo di deficit/PIL 2020 al 2,3% (dal 2,04% previsto per il 2019).

*Mercati azionari europei positivi: *Euro Stoxx 50 +0,4%, FTSE 100 +1,0%, DAX +0,9%, CAC 40 +0,4%, IBEX 35 -0,1%.

*Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i principali indici USA sono in verde: *S&P 500 +0,1%, Nasdaq 100 +0,2%, Dow Jones Industrial +0,2%.

Acquisti su STM +3,5% in scia alla presentazione dell'iPhone 11 avvenuta ieri. Apple (+1,18% ieri al NASDAQ, +0,4% nel pre-market) sembra intenzionata a sfidare la concorrenza sui prezzi, mentre in passato si era sempre posizionata sul livello più alto, senza mai mettere in discussione il pricing dei suoi prodotti. STM (che ha in Apple un importante cliente) potrebbe beneficiare del probabile incremento dei volumi di vendita del gruppo di Cupertino.

Buona performance per Prysmian +2,8%, *sui massimi da quasi un anno.* Ieri il gruppo attivo nella produzione di cavi per l'energia e le telecomunicazioni ha confermato la costruzione della nuova nave posacavi tra le più avanzate al mondo (la Leonardo da Vinci) affidata ai cantieri navali Vard, (gruppo Fincantieri). La nuova nave sarà completamente operativa entro il secondo trimestre 2021.

Buzzi Unicem +2,8% accelera e tocca i massimi da luglio 2018, favorito dalla buona intonazione del settore europeo: l'indice EURO STOXX Construction & Materials segna +0,7%. L'indice FTSE Italia Edilizia e Materiali segna invece +2,0%. I titoli italiani del settore potrebbero essere favoriti dal clima più disteso nel governo (almeno in questi primi giorni del Conte-bis): Salini Impregilo +0,8%, Astaldi +0,7%, Trevi Finanziaria Industriale +1,2%.