Piazza Affari rimbalza grazie a bancari e utility. FTSE MIB +1,51%.

Mercati azionari europei in deciso progresso. Wall Street in rialzo: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +1,4%, NASDAQ Composite +1,6%, Dow Jones Industrial 1,1%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,51%, il FTSE Italia All-Share a +1,43%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,95%, il FTSE Italia STAR a +0,77%.

La Banca Centrale Europea potrebbe lanciare a settembre un piano di stimoli superiore alle attese degli analisti. Lo ha detto il governatore della banca centrale finlandese, Olli Rehn, in una intervista al Wall Street Journal. Le misure a sostegno dell'economia dovrebbero includere acquisti di obbligazioni e tagli al tasso di interesse chiave.

BTP e spread stabili dopo l'ottima seduta di ieri. Il rendimento del decennale segna 1,40% (chiusura ieri a 1,39%, mercoledì a 1,53%), lo spread sul Bund 208 bp (da 207 ieri, mercoledì 217) (dati MTS).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA l'Università del Michigan ha comunicato che l'indice di fiducia dei consumatori *ad agosto (rilevazione preliminare) si è attestato a 92,1 punti, in netto calo rispetto ai 98,4 di luglio (rilevazione finale) e ben al di sotto delle attese degli economisti fissate a 97,2. Le licenze edilizie negli Stati Uniti a luglio sono cresciute a 1,336 milioni di unità da 1,232 milioni di giugno. Il dato è superiore alle attese (consensus 1,27 milioni). I nuovi cantieri residenziali sono invece calati a 1,191 milioni di unità da 1,241 milioni di giugno (dato rivisto da 1,253 milioni). Gli analisti avevano previsto un incremento a 1,257 milioni. Eurostat ha comunicato che a giugno il saldo della bilancia commerciale dell'eurozona ha fatto segnare un surplus di 20,6 miliardi di euro, in calo dai +22,6 miliardi di maggio (rivisto da +23,0) ma ben al di sopra delle attese degli analisti fissate a +16,3 miliardi.