*Piazza Affari scende sui minimi da aprile 2017, UE critica su NaDef. FTSE MIB -2,43%.

Mercati azionari europei negativi. Wall Street in ribasso: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -0,3%, Nasdaq Composite -0,8%, Dow Jones Industrial -0,3%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -2,43%, il FTSE Italia All-Share a -2,47%, il FTSE Italia Mid Cap a -2,68%, il FTSE Italia STAR a -3,01%.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, l'indice Sentix, che misura la fiducia degli investitori in merito alle aspettative economiche dell'eurozona nel mese corrente, è sceso a 11,4 punti dai 12 precedenti. In Germania l'ufficio di statistica Destatis ha indicato per la produzione industriale una variazione negativa dello 0,3% ad agosto rispetto al mese precedente. Il dato è risultato inferiore alle attese degli analisti che avevano stimato un incremento pari allo 0,4%. A luglio la produzione industriale era scesa dell'1,3%, rivista al ribasso da -1,1%. Su base annua la produzione industriale e' scesa dello 0,1% (come da attese) contro il -1,5% di luglio (rivisto da -1,1%).

Seduta molto difficile per i BTP. Il rendimento del decennale termina al 3,57%, (+16 bp rispetto alla chiusura di venerdì) con un picco al 3,64%: si tratta dei livelli massimi da febbraio 2014. Lo spread sul Bund sfiora i 311 bp per poi chiudere a 302. Venerdì scorso la Commissione Europea, a firma del vicepresidente Valdis Dombrovskis e del commissario agli Affari economici Pierre Moscovici, ha invato a Roma una lettera in cui ha espresso una prima critica ai programmi economici del governo, o almeno a quei saldi di bilancio entro cui si dovrà inserire la nuova manovra per il 2019 e che sono stati inseriti nella Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza appena pubblicato dall'esecutivo. Si tratta di una rapidità di risposta alle indicazioni di Roma non consueta, ma prevedibile visti i malumori da subito espressi a Bruxelles sui programmi economici del nuovo governo italiano.