Piazza Affari scivola sotto la parità, sale lo spread: Commissione UE taglia stima PIL. FTSE MIB -0,10%.

*Il FTSE MIB segna -0,10%, il FTSE Italia All-Share -0,08%, il FTSE Italia Mid Cap +0,12%, il FTSE Italia STAR +1,06%.

BTP deboli e spread in rialzo.* Il decennale rende il 2,59% (+1 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 261 bp (+5 bp) (dati MTS).

La Commissione europea ha tagliato le previsioni sulla crescita del PIL italiano nel 2019 a +0,1%, dal precedente +0,2%. "Il continuo indebolimento del settore manifatturiero con un ulteriore calo del clima economico", si legge nel report della Commissione, "fa presagire un peggioramento della situazione economica per le prospettive a breve termine. L'attività economica dovrebbe rimanere anemica nella prima metà del 2019".

*Mercati azionari europei in rosso: *Euro Stoxx 50 -0,7%, FTSE 100 -1,0%, DAX -0,5%, CAC 40 -0,7%, IBEX 35 -0,3%.

Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono negativi: S&P 500 -0,7%, Nasdaq 100 -0,8%, Dow Jones Industrial -0,6%.

Amplifon +8,1% balza in avanti e tocca i massimi da ottobre dopo la comunicazione dei risultati del primo trimestre 2019: ricavi consolidati a 392,0 milioni di euro, +25,4% a/a a cambi costanti e +26,7% a cambi correnti, risultato netto su base ricorrente pari a 20,0 milioni di euro, +36,9% a/a (as reported +29,7%), indebitamento finanziario netto in calo a 838,0 milioni di euro da 840,9 milioni di euro al 31 dicembre 2018. Per il prosieguo del 2019, Amplifon "prevede di continuare a registrare una favorevole evoluzione dei ricavi,superiore al mercato".

*Ferrari +4,4% *accelera e tocca i massimi da giugno dopo l'uscita dei risultati del primo trimestre 2019. I ricavi netti si attestano a 940 milioni di euro (+13,1% a/a), mentre l'EBITDA adjusted si attesta a 311 milioni di euro, +14,1% a/a, contro un consensus Reuters pari a 284 milioni. L'utile netto sale del 22% a/a a 180 milioni di euro.