Piazza Affari sottotono: brilla STM, male i bancari. FTSE MIB +0,10%.

Mercati azionari europei in rialzo. Wall Street positiva: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,3%, NASDAQ Composite +0,6%, Dow Jones Industrial +0,3%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,10%, il FTSE Italia All-Share a +0,16%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,62%, il FTSE Italia STAR a +1,21%.

BTP in recupero nel finale, spread in calo. Il rendimento del decennale segna 0,98% (chiusura precedente a 0,99%, massimo odierno 1,06%), lo spread sul Bund segna 154 bp (da 156) (dati MTS).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che l'EIA (Energy Information Administration) *ha comunicato che, nella settimana terminata lo scorso 6 settembre, le scorte di petrolio negli USA sono diminuite di 6,912 mln di barili. Le stime degli analisti erano fissate su un decremento pari a 2,686 mln di barili. L'indice grezzo dei prezzi alla produzione USA ha evidenziato, nel mese di agosto, un incremento dello 0,1% su base mensile dopo un incremento dello 0,2% nel mese precedente (consensus +0,1%). Su Base annuale il PPI è salito del +1,8% dal +1,7% precedente (consensus +1,7%). Il Census Bureau ha comunicato che negli USA l'indice delle scorte all'ingrosso a luglio (dato finale) ha fatto segnare una crescita dello 0,2% m/m, in linea con le attese degli economisti e con la stima preliminare, ma in crescita rispetto al +0,0% di giugno. L'Istituto Nazionale di Statistica spagnolo ha comunicato che la produzione industriale in Spagna in luglio è cresciuta dello 0,8% rispetto allo stesso periodo del 2018 dal +1,6% della rilevazione di giugno (rivista da +1,8%). Gli analisti avevano stimato un decremento della produzione industriale dell'1,5% su base annuale.