Piazza Affari stabile. Balzo Moncler, in rosso Eni e bancari. FTSE MIB +0,02%.

*Il FTSE MIB segna +0,02%, il FTSE Italia All-Share +0,04%, il FTSE Italia Mid Cap +0,21%, il FTSE Italia STAR -0,26%.

BTP in lieve calo, spread stabile.* Il rendimento del decennale segna 1,03% (chiusura precedente a 1,01%), lo spread sul Bund segna 141 bp (da 141) (dati MTS).

Mercati azionari europei deboli: Euro Stoxx 50 -0,3%, FTSE 100 -0,6%, DAX -0,2%, CAC 40 +0,2%, IBEX 35 +0,0%.

*Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA oscillano poco sotto la parità: *S&P 500 -0,1%, Nasdaq 100 -0,0%, Dow Jones Industrial -0,2%.

Moncler +9,3% balza in avanti dopo l'uscita dei dati relativi ai ricavi del terzo trimestre, in crescita del 10% a cambi costanti (+12% a cambi correnti) nonostante i disordini a Hong Kong. Nei primi nove mesi del 2019 i ricavi si attestano a 995,3 milioni di euro, +14 a/a (+12% a cambi costanti). I risultati trimestrali di Moncler e del colosso francese Kering (+10% a Parigi) trascinano al rialzo anche gli altri titoli del settore lusso: Ferragamo +1,6%, Brunello Cucinelli +2,5%, Tod's +0,3%.

*Eni -1,1% *in flessione nonostante i dati del terzo trimestre migliori delle attese. Nella presentazione dei risultati il CFO ha dichiarato che l'attuale scenario di prezzi del gas in calo potrebbe rendere difficoltoso il raggiungimento del target di 12,8 miliardi di euro a livello di cash flow from operations e spingerlo verso area 12 miliardi.

*Performance negative per i bancari: *l'indice FTSE Italia banche segna -0,6%. UniCredit -1,1%, FinecoBank -1,1%, Intesa Sanpaolo -0,4%.

doValue +6,0% scatta in avanti e tocca i massimi da inizio agosto dopo una nota stampa del gruppo in cui si precisa che "i tassi di recupero netti del portafoglio Fino 1 al 30 giugno 2019 sono pari al 96,5% del business plan, a conferma del positivo track record di doValue nella gestione di portafogli NPL". La nota si riferisce a quanto scritto nei giorni scorsi da Repubblica basandosi su un report di Moody's: i tassi di recupero dei crediti bancari cartolarizzati tra agosto 2016 e giugno 2018 sarebbero inferiori alle attese.