Piazza Affari stabile. Bene utility e farmaceutici, bancari e FCA in rosso. FTSE MIB +0,01%.

Mercati azionari europei in lieve calo. Wall Street poco mossa: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,02%, NASDAQ Composite -0,38%, Dow Jones Industrial +0,05%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,01%, il FTSE Italia All-Share a +0,04%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,32%, il FTSE Italia STAR a -+0,48%.

BTP e spread stabili. Il rendimento del decennale segna 0,83% (chiusura precedente a 0,83%), lo spread sul Bund segna 142 bp (da 141) (dati MTS).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA l'indice S&P/Case Shiller, che misura l'andamento dei prezzi delle abitazioni *nelle 20 principali citta' americane, ha evidenziato nel mese di luglio un incremento del 2% rispetto allo stesso periodo del 2018, in rallentamento dal 2,2% della rilevazione precedente (rivisto da +2,1%) e risultando inferiore al consensus fissato su un incremento del 2,2%. Rispetto al mese precedente l'indice è cresciuto dello 0,1% (consensus +0,3%) dal +0,4% precedente. L'indice di fiducia dei consumatori USA, elaborato dal Conference Board, a settembre si è attestato a 125,1 punti da 134,2 (rivisto da 135,1), ben al di sotto delle attese degli analisti a 134,1. In Germania e' stato reso noto che l'indice IFO sul clima di fiducia delle imprese tedesche relativo al mese di settembre si e' attestato a 94,6 punti, superiore sia alle attese degli analisti fissate su un indice pari a 94,5 punti che alla rilevazione precedente pari a 94,3 punti. Nel Regno Unito la Confederation of British Industry (CBI) ha annunciato che l'indice relativo agli ordini industriali e' risultato pari a -28 punti in settembre, in calo rispetto alla rilevazione di agosto pari a -13 punti . Le attese erano fissate su un indice pari a -14 punti.