Piazza Affari stabile. FTSE MIB +0,04%.

Mercati azionari europei poco sopra la parità. Wall Street incerta: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, NASDAQ Composite -0,1%, Dow Jones Industrial +0,2%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,04%, il FTSE Italia All-Share a +0,11%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,63%, il FTSE Italia STAR a +0,55%.

BTP in recupero, scende lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,03% (chiusura precedente a 1,08%), lo spread sul Bund segna 140 bp (da 143) (dati MTS).

*Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo che negli USA le vendite di abitazioni esistenti *a settembre sono calate a 5,38 milioni di unità da 5,50 milioni (dato rivisto da 5,49 milioni) del mese precedente. Gli analisti avevano previsto 5,45 milioni di unità. L'indice manifatturiero della Fed di Richmond (sondaggio tra circa 100 gruppi manifatturieri presenti nell'area della città della Virginia) a ottobre si è attestato a +8 punti, in netto recupero dai -9 di settembre e ben al di sopra dei -7 attesi dagli analisti.

In verde i farmaceutici Recordati +1,69% e Diasorin +0,77%, quest'ultima dopo l'annuncio della certificazione rilasciata dalla FDA del test LIAISON HCV per la determinazione qualitativa di anticorpi specifici contro il virus dell'epatite C nel siero e nel plasma, disponibile sulla piattaforma completamente automatizzata LIAISON XL. Il test è uno dei cardini dell'accordo strategico con Beckman Coulter che ha l'obiettivo di servire il mercato statunitense con un panel completo di test per le epatiti e i retrovirus. Da segnalare anche il gruppo biofarmaceutico Biogen (+26,5% al NASDAQ) ha chiuso il terzo trimestre con un utile per azione adjusted a 9,17 dollari su ricavi per 3,6 miliardi di dollari. Gli analisti avevano previsto un Eps a 8,27 dollari su ricavi per 3,54 miliardi.