Piazza Affari sui massimi da fine 2015: Ftse Mib +0,73%.

*Il Ftse Mib segna +0,73%, il Ftse Italia All-Share +0,67%, il Ftse Italia Mid Cap +0,38%, il Ftse Italia Star +0,74%.

Mercati azionari europei positivi:* DAX +0,6%, FTSE 100 -0,3%, CAC 40 +0,7%, IBEX 35 +0,2%.

Wall Street positiva in avvio: S&P 500 +0,2%, Nasdaq Composite +0,2%, Dow Jones Industrial +0,2%.

Molto bene i bancari con l'indice Ftse Italia Banche a +2%. In verde Bper Banca (+2,8%), Banco BPM (+2,4%), UBI Banca (+2,3%), Mediobanca (+1,3%) in scia ai report positivi di KBW.

*Brilla UniCredit (+3% a 17,70 euro) *su cui KBW ha incrementato il target da 18,20 a 18,70 euro e confermato il giudizio outperform. Reuters segnala che tra gli operatori il titolo dell'istituto è considerato uno di quelli con maggior spazio di crescita tra i big europei del settore. La stessa Reuters ricorda che la netta flessione (18,4 miliardi di euro) delle sofferenze lorde registrata fine luglio nei dati della Banca d'Italia pubblicati oggi è da attribuire in gran parte (16,2 miliardi di euro) all'operazione di cessione di sofferenze a Pimco e Fortress da parte di UniCredit.

Molto bene Biesse (+5,3% a 35,70 euro) che riattiva con forza l'uptrend grazie al superamento dell'ostacolo orizzontale a 35 euro circa, massimi di maggio ripetutamente messi sotto assedio negli ultimi mesi. La media mobile a 50 sedute, attualmente a 32,55 euro, continua a essere orientata verso l'alto avvalorando l'ipotesi di proseguimento del movimento ascendente verso target a 40 almeno.

Sogefi (+2,5%) estende il rally di ieri scaturito dalle indiscrezioni di stampa secondo cui, nel caso in cui non riuscisse a chiudere la vendita di Magneti Marelli entro il 2018, FCA potrebbe optare per uno scorporo e conseguente quotazione in borsa della controllata. Il valore di quest'ultima viene ipotizzato in 4-5 miliardi di euro. Una simile valutazione sta probabilmente spingendo analisti ed operatori a rivedere al rialzo il prezzo del titolo di Sogefi, società attiva nella componentistica per il settore automotive del gruppo Cir/Cofide.