Piazza Affari sui massimi da maggio 2018. FTSE MIB +0,84%.

Mercati azionari europei positivi. Wall Street in parità: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,1%, NASDAQ Composite -0,1%, Dow Jones Industrial +0,0% (nuovi massimi storici per i tre indici). A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,84%, il FTSE Italia All-Share a +0,83%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,76%, il FTSE Italia STAR a +1,03%.

BTP positivi, scende lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,39% (chiusura precedente a 1,42%), lo spread sul Bund segna 159 bp (da 163) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: fiducia consumatori Univ. Michigan gennaio (preliminare) a 99,1 punti da 99,3 (atteso 99,3); nuovi cantieri residenziali dicembre 1608 mila da 1375 mila R (attesi 1375 mila), licenze edilizie a 1416 mila da 1474 mila (attesi 1468 mila); produzione industriale dicembre -0,3% m/m da +1,1% m/m (atteso -0,2%); indagine JOLTS novembre a 76,800 mln da 7,361 mln (atteso 7,233 mln). Nell'eurozona: inflazione finale dicembre +1,3% a/a (atteso +1,3%). In Italia: inflazione finale dicembre +0,5% a/a (atteso +0,5%), +0,2% m/m (atteso +0,2%).

Performance positive per i titoli dei settori dei materiali edili e delle costruzioni. L'indice EURO STOXX Construction & Materials segna +1,2%. A Milano Buzzi Unicem +3,44%, Cementir +2,32%, Salini Impregilo +0,74%, Astaldi +1,34%.

In verde Prysmian +2,90%. E' stata localizzata nel polo 2 della parte sud del collegamento terrestre la posizione del guasto a Western Link comunicato in data 12 gennaio. La società ha già definito una roadmap per completare le attività nel minor tempo possibile. Eventuali effetti economici sul Bilancio 2019 sono in corso di valutazione.