Piazza Affari sui massimi da maggio 2018, Trump rassicura le borse. FTSE MIB +0,77%.

Mercati azionari europei in rialzo. Wall Street positiva: a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,5%, NASDAQ Composite +0,8%, Dow Jones Industrial +0,6% (nuovi massimi storici per i tre indici). A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,77%, il FTSE Italia All-Share a +0,89%, il FTSE Italia Mid Cap a +1,73%, il FTSE Italia STAR a +2,07%. *Borse positive e materie prime in calo dopo le dichiarazioni di ieri di Donald Trump: *il presidente USA ha affermato che non è intenzionato a utilizzare la superiorità militare americana contro l'Iran, ma inasprirà le sanzioni economiche. Trump ha anche ipotizzato un accordo con Teheran sul nucleare per far prosperare il Paese. Di fatto è stato scongiurato, almeno per il momento, il rischio di una guerra in Medio Oriente.

BTP positivi, scende lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,38% (chiusura precedente a 1,41%), lo spread sul Bund segna 160 bp (da 167) (dati MTS).

Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: richieste settimanali sussidi disoccupazione 214.000 unità da 222.000 prec. (atteso 220.000). Nell'eurozona: tasso di disoccupazione novembre a 7,5% da +7,5% (atteso +7,5%). In Germania: produzione industriale novembre +1,1% m/m da -1,7% (atteso +0,7%); bilancia commerciale novembre a +18,3 mld da +20,6 mld (atteso +20,9 mld). In Italia: tasso di disoccupazione novembre 9,7% da 9,7% (atteso 9,8%).

Banco BPM +5,43% in netto rialzo, approfitta dell'ottima intonazione del settore: l'indice FTSE Italia Banche segna +1,74%. BPM ha comunicato che il presidente Carlo Fratta Pasini ha deciso di non ricandidarsi in occasione del prossimo rinnovo del cda. Secondo indiscrezioni di stampa il principale candidato a subentrare a Fratta Pasini è Massimo Tononi, ex presidente di Banca MPS e CDP, con Mauro Paoloni, attuale vicepresidente vicario di BPM, in seconda fila.