Piazza Affari sui minimi da due mesi, pesa scontro USA-Cina su dazi. FTSE MIB -1,35%.

*Mercati azionari europei negativi. Wall Street in forte ribasso: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 -2,3%, NASDAQ Composite -3,0%, Dow Jones Industrial -2,3%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a -1,35%, il FTSE Italia All-Share a -1,45%, il FTSE Italia Mid Cap a -2,15%, il FTSE Italia STAR a -2,74%.

BTP deboli. Il decennale rende il 2,70% (+2 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 277 bp (+6 bp) (dati MTS).

*Sui mercati azionari continua a pesare la tensione che caratterizza i rapporti commerciali tra USA e Cina: *Pechino ha deciso di imporre dazi tra il 5% ed il 25% su 60 miliardi di dollari di beni importati dagli Stati Uniti dal prossimo primo di giugno. E' la risposta cinese all'aumento dei dazi dal 10% al 25% su prodotti importati dalla Cina negli USA per 200 miliardi di dollari entrato in vigore venerdì.

*Industriali in netto calo: *il settore è tra i più penalizzati dalla guerra commerciale USA-Cina. Negativi Buzzi Unicem -3,64%, Prysmian -2,91%, STMicroelectronics -5,10% e Leonardo -4,68%. Quest'ultima dovrebbe presentare entro dopodomani 15 maggio una manifestazione d'interesse per le attività di manutenzione motori e aerei di Piaggio Aero. Il processo di soluzione del dossier Piaggio Aero potrebbe essere lungo: il commissario straordinario Vincenzo Nicastro punta infatti a trovare un compratore per tutta l'azienda.

Male anche Interpump, -7,80% a 28,14 euro, dopo il report di Kepler Cheuvreux. La raccomandazione è stata peggiorata da buy a hold e il target ridotto da 34 a 33 euro. Venerdì Interpump ha comunicato di aver chiuso il primo trimestre 2019 con ricavi a 343,6 milioni di euro (+10,0% a/a) e un utile netto a 45,3 milioni(+16,5% a/a). Per gli analisti il titolo ha raggiunto una valutazione in linea con fondamentali e prospettive.