Piazza Affari sui minimi da febbraio 2017. FTSE MIB -1,10%.

*Il FTSE MIB segna -1,10%, il FTSE Italia All-Share -1,21%, il FTSE Italia Mid Cap -1,93%, il FTSE Italia STAR 2,81%.

Mercati azionari europei negativi:* Euro Stoxx 50 -1,3%, FTSE 100 -1,1%, DAX 30 -2,2%, CAC 40 -1,4%, IBEX 35 -0,7%.

*Pochi minuti prima dell'apertura di Wall Street i future sui principali indici USA sono in forte ribasso: S&P 500 -1,6%, NASDAQ 100 -1,9%, Dow Jones Industrial -1,7%.

STMicroelectronics (-4,9%) molto debole* con tutto il comparto semiconduttori europeo in scia al crollo dell'austriaca AMS (-25,3% a Zurigo), che ha annunciato il collocamento di azioni fino al 10% in preparazione della quotazione secondaria alla borsa di Hong Kong e prospettive deludenti per il quarto trimestre 2018. STM comunicherà i dati del terzo trimestre domattina prima dell'apertura del mercato.

Petroliferi negativi in scia al calo del greggio. I future dicembre segnano per il Brent 78,05 $/barile, per il WTI 67,85 $/barile, entrambi sui minimi da metà settembre. A Milano Saipem (-3,8%), Eni (-1,4%), Tenaris (-2,4%).

Salvatore Ferragamo (-3,2%) ritraccia dopo il balzo di ieri. Nel settore lusso deboli anche Moncler (-3,4%), che domani pubblica i dati al 30 settembre, Tod's (-1,0%) e Brunello Cucinelli (-1,7%), nonostante il report positivo di Berenberg sui titoli italiani del comparto: per gli analisti del broker potrebbero diventare preda dei colossi francesi LVMH (-1,5%) e Kering (-4,1%).

Giornata negativa per gli industriali: l'indice EURO STOXX Industrials segna -1,7% circa. A Milano CNH Industrial (-3,5%), Prysmian (-3,3%), Buzzi Unicem (-1%).

Bancari incerti, rendimenti e spread dei BTP in risalita dai minimi della mattinata. L'indice FTSE Italia Banche segna -0,4%. Negative BPER Banca (-4%), FinecoBank (-2,8%) e Banco BPM (-2,6%).