Piazza Affari sulla parità. Brilla Nexi. Sale lo spread. FTSE MIB +0,04%.

Il FTSE MIB segna +0,04%, il FTSE Italia All-Share -0,02%, il FTSE Italia Mid Cap -0,41%, il FTSE Italia STAR -0,38%.

BTP in netto calo, sale lo spread. Il rendimento del decennale segna 1,40% (chiusura precedente a 1,31%), lo spread sul Bund segna 162 bp (da 156) (dati MTS).

Mercati azionari europei deboli: Euro Stoxx 50 -0,3%, FTSE 100 +0,2%, DAX -0,5%, CAC 40 -0,2%, IBEX 35 -0,5%.

Circa mezz'ora prima dell'apertura di Wall Street i principali indici USA sono stabili: S&P 500 -0,1%, Nasdaq 100 -0,1%, Dow Jones Industrial +0,0%.

Nexi +3,3% accelera al rialzo dopo l'annuncio dell'accordo con Intesa Sanpaolo (+0,1%). Nexi acquisirà il ramo d'azienda merchant acquiring di Intesa "costituito da circa 180 mila esercenti che hanno generato in un anno, da ottobre 2018 a settembre 2019, un volume di transazioni complessivo di Euro 66,2 miliardi circa. Il corrispettivo pagato sarà pari a Euro un miliardo. L'operazione genererà nel 2020 un aumento dell'EBITDA di gruppo atteso di circa Euro 95 milioni e un aumento high teens del cash EPS a partire dal 2020". L'accordo prevede anche una partnership di durata ultraventennale per la commercializzazione e la distribuzione e l'estensione dell'attuale partnership industriale nei servizi di issuing e ATM. Inoltre Mercury UK HoldCo Limited, azionista di riferimento di Nexi (ha il 60,15%), "ha comunicato di aver siglato un separato accordo con ISP che prevede – a seguito dell'operazione di cui sopra - la cessione a quest'ultima di una partecipazione finanziaria pari al 9,9% del capitale di Nexi senza diritti di governance connessi".