Piazza Affari tonica e BTP in netto recupero. FTSE MIB +0,94%.

*Mercati azionari europei positivi. Wall Street in verde: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +0,4%, NASDAQ Composite +0,7%, Dow Jones Industrial +0,5%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +0,94%, il FTSE Italia All-Share a +0,95%, il FTSE Italia Mid Cap a +0,94%, il FTSE Italia STAR a +1,23%.

BTP in netto rialzo e spread in forte calo dopo le indicazioni di Fitch. Il decennale rende il 2,90% (-7 bp rispetto alla chiusura precedente), lo spread sul Bund segna 262 bp (-11 bp) (dati MTS). James McCormack, responsabile globale dei rating sovrani per Fitch, ha affermato che, grazie al rasserenamento dei rapporti tra governo e Commissione Europea, negli ultimi mesi la situazione si è evoluta in modo un pò migliore rispetto alle previsioni dell'agenzia. A fine agosto Fitch aveva confermato il rating BBB sul debito di lungo periodo dell'Italia, peggiorandone però l'outlook da stabile a negativo, citando timori riguardo le prospettive fiscali del Paese sotto il nuovo governo.

Per quanto riguarda i dati macroeconomici della giornata, negli USA l'EIA (Energy Information Administration) ha comunicato che, nella settimana terminata lo scorso 4 gennaio, le scorte di petrolio negli USA sono diminuite di 1,680 mln di barili. Le stime degli analisti erano fissate su un decremento pari a 2,400 milioni di barili. Eurostat ha comunicato che nella Zona Euro nel mese di novembre il tasso di disoccupazione si e' attestato al 7,9%, inferiore alle attese (fissate su un indice dell'8,1%) e alla rilevazione precedente fissata su un indice dell'8% (rivista da 8,1%). L'Istat ha reso noto che nel mese di novembre 2018 in Italia il tasso di disoccupazione si attesta al 10,5% (-0,1 punti percentuali), quello giovanile scende al 31,6% (-0,6 punti). In Germania il surplus della bilancia commerciale a novembre 2018 e si e' attestato a 20,5 miliardi di euro da 23,8 miliardi di novembre 2017. In termini destagionalizzati, il saldo della bilancia commerciale estera è in avanzo di 19 miliardi di euro.