Piazza Affari volatile, parte in rosso poi vira al rialzo. FTSE MIB +1,05%.

*Mercati azionari europei positivi. Wall Street in rialzo: *a ridosso della chiusura delle borse europee S&P 500 +1,9%, NASDAQ Composite +2,1%, Dow Jones Industrial +1,8%. A Milano il FTSE MIB ha terminato a +1,05%, il FTSE Italia All-Share a +0,95%, il FTSE Italia Mid Cap a -0,19%, il FTSE Italia STAR a +0,46%.

BTP e spread poco mossi. Il rendimento del decennale segna 1,67% (chiusura precedente a 1,68%), lo spread sul Bund 213 bp (da 212) (dati MTS). Oggi si chiude il collocamento per il pubblico dei risparmiatori del BTP Italia 2025: a metà giornata la domanda complessiva ha superato gli 11 miliardi di euro, ben oltre l'obiettivo del Tesoro fissato a 8,5 miliardi.
*
Tra i dati macroeconomici pubblicati in giornata segnaliamo negli USA: scorte di petrolio settimanali EIA a -4,983 mln di barili* da -0,745 mln precedenti (attesi +1,151 mln). Nell'eurozona: inflazione aprile +0,3% a/a da +0,7% a/a (atteso +0,4%); Indice fiducia consumatori maggio -18,8 punti (consensus -24, precedente -22); bilancia partite correnti marzo +27 mld di euro da +40,2 mld R.

DiaSorin +5,58% si riprende immediatamente dopo le incertezze di ieri e fa segnare il nuovo massimo storico a 191,60 euro. Lunedì la notizia dell'approvazione per il test LIAISON SARS-CoV-2 S1/S2 IgG da Health Canada, il dipartimento del governo canadese responsabile della politica sanitaria federale. L'approvazione è stata rilasciata ufficialmente il 12 maggio 2020, rendendo il test sierologico DiaSorin il primo a ricevere l'autorizzazione nel paese. Alla fine della scorsa settimana Banca Akros ha confermato la raccomandazione accumulate sul titolo con target incrementato da 119,20 a 192,50 euro. Secondo gli analisti i test Covid permetteranno al gruppo di incrementare vendite margini quest'anno e nel 2021, per poi ridurre il loro effetto a partire dal 2022.

*Enel +3,56% *in ottima forma. Open Fiber (controllata alla pari con Cdp, lunedì scorso si erano diffuse indiscrezioni di uscita di Enel dal capitale,cosa che aprirebbe le porte all'integrazione con la rete TIM) sarebbe pronta a varare un aumento di capitale da 450 milioni di euro per potenziare la rete in fibra. Inoltre, secondo Repubblica OF avrebbe avviato trattative con un pool di banche per ottenere nuovi finanziamenti per 550-650 milioni, sempre per migliorare la rete.

Telecom Italia -7,86% perde ulteriore terreno dopo il -8,63% accusato ieri e tocca i minimi dal 18 marzo in scia alla pubblicazione di risultati del primo trimestre 2020 peggiori delle attese. I ricavi sono scesi dell'11,3% a/a (consensus -6,4%), l'EBITDA organico del 7,5% a/a (consensus -7,1%). Il gruppo ritiene di poter confermare la guidance sull'EBITDA 2020, 2021 e 2022. Nonostante i dati negativi molti broker (Mediobanca, Equita, Banca IMI, Banca Akros) hanno confermato i giudizi positivi su Telecom.

Salvatore Ferragamo -4,75% accelera al ribasso e tocca a 10,15 euro il minimo dal 18 marzo. Sul titolo pesa ancora il report di Credit Suisse dopo i risultati del primo trimestre 2020 in forte calo a causa del Covid-19: giudizio underperform confermato e target ridotto ridotto da 11,00 a 8,40 euro. Nel periodo gennaio-marzo i ricavi sono scesi a 222 milioni di euro, -30,1% a/a a tassi di cambio correnti e -31,5% a cambi costanti. Netta flessione anche per i margini: EBITDA a 12 milioni di euro (-82,2% a/a), EBIT a -36 milioni (rispetto ai +21 milioni del primo trimestre 2019), risultato netto -41 milioni (da +11 milioni del primo trimestre 2019). Il cda ha ovviamente deliberato la revoca della proposta di distribuzione del dividendo sugli utili dell'esercizio 2019 ma ha confermato gli obiettivi di medio lungo termine.

*FCA -1,59% *in calo. Secondo indiscrezioni di stampa il governo sta pensando di porre alcune condizioni alla concessione della garanzia SACE per il perfezionamento del finanziamento fino a 6,3 miliardi di euro destinato esclusivamente al sostegno della filiera dell'automotive chiesta da FCA Italy. Oltre al mantenimento dei livelli occupazionali in Italia, al blocco delle delocalizzazioni e alla conferma dei 5 miliardi di investimenti nel nostro Paese, si parla dell'ipotesi di imporre il rinvio a fine 2021 del pagamento del dividendo straordinario da 5,5 miliardi facente parte del piano di integrazione con PSA (con pagamento prima del closing dell'operazione atteso nel primo trimestre 2021). Secondo i rumor solo una parte minoritaria dell'esecutivo punterebbe al rinvio del dividendo a dopo il rimborso del finanziamento.

Prysmian +2,92% in progresso. Oggi il gruppo ha annunciato di aver finalizzato il contratto per il progetto assegnato da Vattenfall, uno dei principali produttori europei di energia elettrica, per la realizzazione di sistemi in cavo inter-array sottomarini per il parco eolico offshore Hollandse Kust Zuid 3 e 4 in Olanda. Il progetto rientra in un piano energetico più ampio promosso dal governo olandese, volto a rendere sostenibile entro il 2023 il 16% dell'energia consumata complessivamente nel paese.

Mondo TV +2,17% positiva in scia all'intesa raggiunta con Samsung per il lancio in autunno di un canale interamente dedicato ai bambini sotto il brand "Mondo TV" all'interno del servizio Samsung TV Plus, offerto in bundle sugli apparecchi Samsung in Italia. La collaborazione, della durata di un anno, prevede un sistema di "revenue share" dei ricavi pubblicitari derivanti dall'offerta di più di 50 film e oltre 20 serie tra i programmi della Mondo TV all'interno del servizio.

Energica Motor Company +1,27% guadagna terreno. Il produttore di moto elettriche ad elevate prestazioni registra una crescita del 68% a/a delle consegne di moto, "nonostante le condizioni complesse di mercato e la chiusura del reparto produttivo dal 25 Marzo al 28 Aprile". Inoltre nelle ultime settimane sono stati firmati "3 nuovi accordi commerciali. Il numero dei concessionari Energica nel mondo segna dunque un +72% negli ultimi 12 mesi".

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)