In una seduta mista per i mercati dell'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha guadagnato lo 0,50%), con l'ottimismo per l'incontro in Vietnam tra Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong Un controbilanciato dal riaccendersi delle tensioni tra Pakistan e India, anche le piazze cinesi sono state contrastate: alla fine lo Shanghai Composite guadagna infatti lo 0,42% contro perdite dello 0,17% e dello 0,92% rispettivamente per Shanghai Shenzhen Csi 300 e Shenzhen Composite. In negativo anche Hong Kong: l'Hang Seng ha infatti perso lo 0,05% (ha fatto ampiamente peggio l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, deprezzatosi dello 0,75%).

(RR - www.ftaonline.com)