In una seduta di deciso recupero per l'Asia (a Tokyo il Nikkei 225 ha segnato un netto rialzo dell'1,29%), le piazze cinesi guidano la tendenza, sul rinnovato ottimismo per una risoluzione della guerra commerciale lanciata da Donald Trump contro Pechino. A fine sessione Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 hanno guadagnato l'1,42% e l'1,82% rispettivamente, contro il progresso dell'1,49% dello Shenzhen Composite. Molto bene anche Hong Kong: l'Hang Seng ha infatti chiuso in crescita dell'1,25% (performance simile per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, apprezzatosi dell'1,19%).

(RR - www.ftaonline.com)