Il Consiglio di Amministrazione della Pininfarina, riunito il 23 marzo 2020 sotto lapresidenza del Dott. Silvio Pietro Angori, ha approvato il Progetto di bilancio 2019 della Società e del Gruppo,la Relazione annuale sul governo societario e gli assetti proprietari, la Relazione sulla remunerazione, laDichiarazione consolidata di carattere non finanziario ed ha convocato l'Assemblea ordinaria degli Azionisti.

*I principali dati economici e finanziari del 2019 del gruppo
*Pininfarina confrontati con quelli al 31 dicembre2018 sono i seguenti:

|(Valori in milioni di euro) *|Progetto di bilancio 2019 |Esercizio 2018 |Variazioni assolute *|
|Valore della produzione |90,4 |105,3 |-14,9 |
|Margine operativo lordo |-1,7 |12,6 |-14,3 |
|Risultato operativo |-19,4 |3,8 |-23,2 |
|Proventi (oneri) finanziari netti |-1,5 |-2,4 |0,9|
|Risultato netto |-23,1 |2,2 |-25,3 |
|Posizione finanziaria netta |-12,0 |5,2 |-17,2 |
|Patrimonio netto |39,0 |61,7 |-22,7|

Il margine operativo lordo equivale all'utile/perdita di gestione, al lordo degli ammortamenti, accantonamenti, svalutazioni e riduzione fondi.
Il risultato operativo equivale all'utile/perdita di gestione.Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari – Dott. Gianfranco Albertini – dichiara aisensi del comma 2, art. 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l'informativa contabile contenuta nelpresente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

*Considerazioni generali
*Con riferimento alle attività di design ed ingegneria nell'ambito automotive, nei precedenti esercizi si era datoconto della sottoscrizione di alcuni importanti contratti con alcuni committenti asiatici aventi ad oggetto losviluppo di auto elettriche.

Durante il corso dell'esercizio, sia a causa del contesto macro-economico e politicospecifico di uno dei committenti che per alcuni ritardi nella evoluzione delle commesse relative al mercatocinese, si sono interrotti alcuni contratti che hanno determinato, rispetto al 2018, una sensibile riduzione delvalore della produzione.

Più in generale, lo scenario macroeconomico del settore automotive nel corso del 2019 è stato caratterizzatoda una riduzione delle vendite a livello mondiale, stimata in circa il 4% rispetto al 2018, con conseguentediminuzione dei volumi e dei margini per tutta la filiera della fornitura. I produttori di auto hanno continuato adedicare grandi investimenti nelle nuove tecnologie (trazione elettrica e ADAS) limitando la parte di cash flowdestinato allo sviluppo delle vetture tradizionali. Contemporaneamente molte start up, impegnate nel settoredelle vetture elettriche, hanno trovato difficoltà a raccogliere i fondi necessari allo sviluppo dei nuovi veicoli,essendo quindi costrette a ridimensionare i loro progetti iniziali o abbandonare le iniziative intraprese.

In questo contesto i mercati più importanti per Pininfarina - Cina, India e Germania - hanno mostrato segnalidi contrazione rispetto al 2018 sia relativamente al loro Prodotto interno lordo che allo specifico settoreautomotive.A causa delle turbolenze del settore la pressione sui prezzi è stata elevata – soprattutto a partire dal secondosemestre dell'anno - con conseguente aumento della concorrenzialità e della riduzione generalizzata deimargini per tutti gli operatori ed in particolare per i fornitori di servizi di ingegneria.

Il calo del valore della produzione registrato nel 2019 ha interessato in particolare la Pininfarina S.p.A. e lacontrollata Pininfarina Engineering S.r.l. con effetto sui margini operativi che sono risultati negativi.
LaCapogruppo ha dovuto inoltre sopportare alcune svalutazioni per l'adeguamento del valore contabile di unostabilimento e altri asset rispettivamente al valore di mercato e al loro valore recuperabile a seguito dei risultatidelle procedure di Impairment Test applicate.

L'andamento economico ha influito negativamente sulle disponibilità di cassa e sull'indebitamento finanziarionetto, che al 31 dicembre 2019 sconta anche l'iscrizione di Passività per diritti d'uso (a seguito dell'entrata invigore del principio contabile IFRS 16) non presenti nella Posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2018.

Il GruppoL'esercizio 2019 si chiude per il gruppo Pininfarina con un *valore della produzione *di 90,4 milioni di euro indiminuzione del 14% rispetto al 2018. Il calo ha riguardato tutti i settori ad eccezione della fornitura di stile sulmercato cinese.

Il *Margine operativo lordo *– positivo di 12,6 milioni di euro nel 2018 – mostra un valore negativo di 1,7 milionidi euro in conseguenza della riduzione del valore della produzione e dei prezzi di vendita dovuta alla dinamicadel settore automotive così come precedentemente illustrato.

Il *Risultato operativo *risulta negativo di 19,4 milioni di euro rispetto al valore positivo di 3,8 milioni di euro del2018. La diminuzione è principalmente conseguente, oltre che al calo del margine operativo lordo, allapresenza di svalutazioni su immobili e altri asset della Capogruppo per 9,2 milioni di euro.

A seguito delleprocedure di Impaiment test applicate, si è proceduto all'adeguamento del valore contabile di uno stabilimentoal suo valore di mercato per 4,0 milioni di euro e all'adeguamento di altri asset della Società al loro valorerecuperabile per ulteriori 5,2 milioni di euro.

La gestione finanziaria evidenzia al 31 dicembre 2019 oneri netti per 1,5 milioni di euro rispetto ai 2,4 milionidi euro di un anno prima. Il miglioramento è sostanzialmente dovuto al positivo andamento dell'impiego dellaliquidità presente nella Pininfarina S.p.A. nell'arco dell'esercizio.

Le *imposte sul reddito *hanno un saldo negativo per 2,2 milioni di euro rispetto al saldo positivo di 0,8 milionidi euro di un anno prima. Il cambiamento di segno è principalmente dovuto all'azzeramento del credito perimposte anticipate stanziato nel 2018 sulle società italiane.

Per effetto di quanto precede il *risultato netto dell'esercizio 2019 risulta negativo per 23,1 milioni di euro *e siconfronta con un utile netto del 2018 pari a 2,2 milioni di euro.

Il *patrimonio netto *al 31 dicembre 2019 ammonta a 39 milioni di euro con una riduzione del 37% sul dato 2018(61,7 milioni di euro) principalmente per la perdita dell'esercizio.

La *posizione finanziaria netta *è negativa di 12 milioni di euro rispetto al valore positivo di 5,2 milioni di eurodel 31 dicembre 2018.
Si segnala che gli effetti indotti dal principio contabile internazionale IFRS 16 (introdottonel 2019) hanno determinato un peggioramento di 6,3 milioni di euro rispetto all'esercizio precedente.Il personale al 31 dicembre 2019 risultava pari a 672 unità (656 un anno prima; +2%).

*Andamento dei settori di attività nel 2019
*Il gruppo Pininfarina è stato interessato nel corso del 2018 e inizio 2019 da alcune operazioni societarie voltea semplificare e razionalizzare la corrispondenza tra la diversa natura dei servizi erogati e la loroconcentrazione in unità legali dedicate.

Nel maggio del 2018 è stata quindi costituita la Pininfarina EngineeringS.r.l. a cui la capogruppo Pininfarina S.p.A. ha conferito, con effetto dal 1° luglio 2018, il ramo di aziendaEngineering e la partecipazione totalitaria nella Pininfarina Deutschland Holding GmbH (operante nelmedesimo settore sul mercato tedesco). Inoltre, a valere dal 1° gennaio 2019, la Pininfarina Extra S.r.l. (societàoperante nei servizi di stile non auto e architettura) è stata fusa in Pininfarina S.p.A. che ha acquisito, per glieffetti della fusione sopra indicata, anche la partecipazione diretta totalitaria nella società Pininfarina ofAmerica Corp. operante anch'essa nell'architettura e nell'industrial design. Si è inoltre progressivamenteridotta la significatività delle attività "non core" del Gruppo come la vendita di ricambi (per vetture prodotte negli anni sino al 2010) e altro.

A partire dall'esercizio 2019 la ripartizione in settori delle attività complessive delgruppo Pininfarina è stata quindi coerentemente modificata in considerazione dei mutamenti avvenuti perquanto descritto precedentemente. In linea con quanto previsto dal principio IFRS 8, sono stati ridefiniti duenuovi settori rispetto a quelli indicati al 31 dicembre 2018.

I nuovi settori oggetto di reporting a partire dal 1gennaio 2019 risultano pertanto: il settore Stile ed il settore Ingegneria. A seguito di tale cambiamento sonostati coerentemente riclassificati i dati di confronto del 2018.

*Settore Stile
*Il settore accoglie, oltre alle attività di stile auto e non auto in tutte le sue accezioni, i servizi di architettura, iproventi derivanti dalla licenza del marchio Pininfarina, i servizi di aerodinamica ed aeroacustica ed i proventie costi associati alla gestione del patrimonio immobiliare della capogruppo Pininfarina S.p.A..

Il valore dellaproduzione è risultato pari a 54,7 milioni di euro in diminuzione di circa il 10% rispetto ai 60,5 milioni di eurodel 31 dicembre 2018, per le ragioni evidenziate nel paragrafo delle considerazioni generali.Il risultato operativo di settore è negativo per 14,1 milioni di euro in diminuzione rispetto al valore positivo di5,9 milioni di euro consuntivati nel corrispondente periodo del 2018. Il sensibile calo è dovuto principalmentealle svalutazioni operate su un immobile e altri asset (per un totale di 9,2 milioni di euro) conseguentiall'applicazione delle procedure di Impairment Test resesi necessarie a fronte della diminuzione del Fair Valueo del Valore d'uso di tali asset rispetto ai valori contabili della Pininfarina S.p.A.. La diminuzione del valoredelle attività è dipendente in parte anche dal mutato scenario prospettico che interessa la società ed il Gruppoa seguito delle difficoltà macro economiche che interessano il settore automotive che determinano la riduzionedi volumi e marginalità sulle attività di stile, costruzione di prototipi e show car ed i minori proventi derivantidalle licenze del marchio (circa 3 milioni di euro).

*Settore Ingegneria
*Il settore, che raggruppa le attività di ingegneria in Italia e Germania, mostra un valore della produzione pari a35,7 milioni di euro, in diminuzione rispetto ai 44,8 milioni di euro del (-20%), per le ragioni evidenziate nelparagrafo delle considerazioni generali.Il risultato operativo di settore mostra una perdita di 5,3 milioni di euro che aumenta rispetto al valore negativodi 2,1 milioni di euro del 31 dicembre 2018, la riduzione è conseguente al calo del valore della produzione edella marginalità avvenute in Italia.

*Fatti di rilievo intervenuti dopo la chiusura dell'esercizio
*In data 18 dicembre 2018 fu stipulato l'Atto di fusione per incorporazione della Pininfarina Extra S.r.l. nellacapogruppo Pininfarina S.p.A..

A partire dal 1° gennaio 2019 le attività italiane di stile nel settore automotivee quelle legate al design industriale, all'architettura e più in generale alla brand extention sono quindi confluitein un'unica società con aspettative in termini di sinergie tra servizi rivolti ai diversi segmenti di mercato.

Per quanto riguarda gli effetti dell'emergenza sanitaria in atto (Coronavirus), sull'andamento prospettico delgruppo Pininfarina e conseguentemente sulle valutazioni relative all'utilizzo del presupposto della continuitàaziendale nella predisposizione dei bilanci della società capogruppo e del Gruppo, sono opportune le seguenticonsiderazioni:

  • la quasi totalità delle commesse di stile e/o di ingegneria sviluppate da Pininfarina è commissionata daclienti nazionali e internazionali di rilevanti dimensioni i quali operano con pianificazioni di medio/lungoperiodo che comportano ingenti investimenti di prodotto a durata pluriennale. Queste considerazioniinducono a ritenere che il portafoglio ordini attuale e le previsioni di nuove attività nel breve termine nonsiano complessivamente compromesse dalla situazione di tensione derivante dall'emergenza sanitaria inatto. Alla data della presente Relazione finanziaria il Gruppo, anche considerando i contatti stretti con iclienti e gli avanzamenti delle commesse in corso, non ha complessivamente rilevato riduzioni di attività ocancellazione di ordini dovuti al coronavirus tali da evidenziare un andamento sostanzialmente dissimilealle attese precedenti il diffondersi del virus. L'unica eccezione riguarda il mercato cinese in cui, nei mesidi gennaio e febbraio 2020, l'attività produttiva e la fornitura dei servizi è stata drasticamente ridotta aseguito dei provvedimenti delle autorità. In quel mercato, le attività di stile gestite in loco dalla PininfarinaShanghai, sono state rinviate ai mesi successivi.
    Tuttavia, dai segnali attuali, si prevede che l'anno 2020possa chiudersi, se non con lo stesso volume di affari e marginalità precedentemente previste, con risultatipositivi. Gli altri mercati importanti per le attività del Gruppo (India, Germania, Italia e Stati Uniti) nonmostrano al momento segnali negativi rispetto alle previsioni;

  • come commentato, l'andamento del settore automotive nel 2019 è stato caratterizzato da generalizzatiriduzioni di volumi e contrazione dei margini. La Società si è quindi premurata di irrobustire la sua capacitàfinanziaria per il supporto al Gruppo. In quest'ottica la Pininfarina S.p.A. ha sottoscritto un contratto difinanziamento con il gruppo Mahindra di 20 milioni di euro (operazione resa nota al mercato in data 28febbraio 2020) che ha aumentato le risorse finanziarie disponibili per ogni tipo di necessità, ivi inclusequelle potenzialmente derivanti da importanti cambiamenti del business rispetto alla situazioneoggettivamente verificabile alla data odierna.

Ciò detto è evidente che un blocco generalizzato delle attivitàsui mercati di riferimento per un lungo periodo di tempo e senza interventi esterni porterebbe ad unasituazione difficilmente gestibile da una singola impresa (di qualsiasi dimensione e capacità finanziariaessa sia).

In ultimo, per quanto ad oggi sia oggettivamente prevedibile, le riserve di liquidità disponibilinella Capogruppo, considerando la situazione della liquidità a fine febbraio e le nuove disponibilitàgarantite dal gruppo Mahindra nonchè considerando i rapporti con la clientela in essere, inducono aconsiderare il momento attuale di mercato e il suo andamento nel prevedibile futuro non così negativo dacreare incertezze sulla continuità aziendale, tenuto altresì conto delle misure a sostegno delle impreseche sono state recentemente approvate dal Governo italiano e che potrebbero essere attivate nei casi diestrema necessità anche dalla capogruppo e dalla controllata Pininfarina Engineering.

Evoluzione prevedibile della gestione
*Le previsioni per il 2020, in base alle attuali evidenze dei settori di business in cui il gruppo Pininfarina si trovaad operare, indicano *una riduzione del Valore della produzione rispetto a quanto consuntivato nel 2019, unrisultato operativo e un risultato netto negativ
i.La Relazione annuale sul governo societario e gli assetti proprietari, la Relazione sulla remunerazionee la

*Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario
*Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre approvato la Relazione annuale sul governo societario e gli assettiproprietari, la Relazione sulla Remunerazione e la Dichiarazione consolidata di carattere non finanziarioinerenti il 2019. Tali Relazioni saranno disponibili sul sito internet della società (www.pininfarina.com) nellasezione "Investor Relations – Corporate Governance", a partire dal 20 aprile 2020, nonché attraverso le altremodalità previste dalla vigente normativa.

Infine il Consiglio di Amministrazione ha convocato l'Assemblea degli Azionisti per l'11 maggio 2020, alleore 11,00 presso la Pininfarina S.p.A. di Cambiano (TO) e occorrendo in seconda convocazione per il 12maggio 2020, stessi ora e luogo. L'ordine del giorno prevede: l'approvazione del bilancio 2019, la destinazionedel risultato di esercizio e l'approvazione della Relazione sulla Remunerazione.

Il Consiglio di Amministrazione non ha proposto distribuzione di dividendi.

(GD - www.ftaonline.com)