La settimana è partita a tutto gas per Pirelli che, incurante dell'andamento negativo del Ftse Mib, è salito in netta controtendenza conquistando la prima posizione nel paniere delle blue chips.

Pirelli scatta sul Ftse mib con volumi boom

Il titolo, dopo aver ceduto circa due punti percentuali venerdì scorso, ha ingranato la quinta oggi, terminando gli scambi a 4,5 euro, con un rally del 3,57%.

Da segnalare che la corsa al rialzo odierna è stata alimentata da volumi di scambio da capogiro, visto che a fine sessione sono transitate sul mercato oltre 42 milioni di azioni, pari ad oltre 10 volte la media degli ultimi 30 giorni.

Pirelli promosso da Intesa Sanpaolo

A mettere le ali a Pirelli è stata la promozione di Intesa Sanpaolo che ha migliorato il giudizio sul titolo da "add" a "buy", con un prezzo obiettivo alzato da 4,5 a 5,4 euro, valore che implica un potenziale di upside del 20% rispetto alle attuali quotazioni a Piazza Affari.

Sulla scia delle ultime indicazioni relative alla scoperta di un vaccino contro il coronavirus, gli analisti guardano con più fiducia alle prospettive relative alla produzione di auto su scala globale nel 2021.

Pirelli: buona notizie da Cina e Stati Uniti

Intesa Sanpaolo ritiene inoltre che il prossimo anno appare più visibile per Pirelli in termini di conto economico e free cash flow per due motivi.

Da una parte il riferimento è all'esposizione del gruppo agli Stati Uniti che fino ad ora hanno mostrato una certa resilienza, ma anche alla Cina, che è tornata a crescere da aprile scorso.