Pirelli -7,0% scivola sui minimi da inizio mese in scia alla notizia della conferma da parte della Corte di Giustizia UE delle precedenti decisioni del Tribunale UE e della Commissione Europea in merito all'indagine sul cartello nel mercato dei cavi elettrici. Pirelli ha sostanzialmente perso il ricorso ma ha spiegato che non subirà alcun impatto economico dato che aveva già effettuato accantonamenti nei propri fondi rischi e oneri. La sanzione ammonta a 67.310.000 di euro in solido con Prysmian -1,6%. Finanziariamente invece, "in caso di pagamento della sanzione entro il 31 dicembre 2020, il target di Flusso di Cassa Netto comunicato al mercato lo scorso 5 agosto (Flusso di Cassa Netto compreso tra circa +190 e circa +220 milioni di euro), sarebbe rispettato nella parte bassa della forchetta".

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)