La Banca Popolare di Sondrio sarebbe ormai quasi pronta a collocare sul mercato crediti deteriorati (NPL) per 1,5 miliardi di euro con l'aiuto di Banca Imi, SocGen, Kpmg e Prelios. Lo riporta stamane il quotidiano MF secondo il quale per la cartolarizzazione sarebbe prevista la garanzia pubblica dei GACS (ovviamente sulla tranche senior). L'operazione potrebbe concludersi entro il primo trimestre di quest'anno e si inserirebbe nel dialogo con la BCE che già di recente ha stoppato l'acquisizione di Cr Cento e chiesto un ammodernamento della governance con un potenziamento delle strutture di audit e di compliance.

(GD - www.ftaonline.com)